La Sagra della patata a Felline

E’ ormai trascorso tanto tempo da quando si tenne la prima edizione della
“Sagra della Patata”, organizzata dalla cittadina salentina di Felline, ed intitolata al prodotto da oltre un secolo più tipico delle terre della Puglia.
Pian piano, la manifestazione ha assorbito sempre maggiori energie e risorse, diventando, negli anni il fiore all’occhiello della cittadina, ampliando le proprie proposte ed il proprio seguito, eritagliandosi un suo spazio all’interno degli appuntamenti del Salento, anche grazie alle ripetute collaborazioni con la Provincia, che fornisce ormai da anni un patrocinio ed un contributo che vanno ad affiancare quelli da sempre concessi dall’Amministrazione Comunale.
Data la sua progressiva crescita, la festa ha assunto cadenza annuale e si mantiene viva grazie all’impegno gratuito e corposo di un buon numero di volontari, che si ritrovano ad un anno di distanza per cominciare a curare un’organizzazione sempre più esigente e complessa.

In una tradizione culinaria come qualla del Salento, dove la necessità aguzzava necessariamente l’ingegno di piatti unici, ovvero portate che dovevano estendersi per tutto il pranzo, la patata rappresenta fin dai tempi che furono uno dei maggiori candidati. Quasi tutte le paste alimentari al ragù o al sugo (la pasta col sugo di agnelli, agli involtini di carne di cavallo, al ragù con le seppie ripiene) possono essere accompagnati dalle patate: la patata servenello stesso tempo da secondo e ad insaporire il primo a base di pasta.
La Sagra della Patata di Felline è nata dall’idea di qualche estroso che ha aggregato un gruppo di volontari con l’intento di rivalutare un prodotto, spesso cosiderato solo secondario di contorno e guarnizione ai piatti più importanti ma che ha la capacità di vivere di propria forza.

Alla Sagra di Felline si potrà scegliere patate cucinate sia con ricette tradizionali che insolite dall’antipasto al dessert riscoprendo qualche antica ricetta e sperimentando qualcosa di innovativo. Nel primo caso si è andati alla ricerca di sapori ed abitudini, sempre più spesso patrimonio esclusivo dei nonni, ma che nel contesto moderno potrebbero trovare spazi di nuova valorizzazione; nel secondo caso ai partecipanti della sagra la scoperta di nuovi gusti e abbinamenti culinari.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *