La Sagra della Sarda e della ricotta uschiante a Galatina

Nel piccolo borgo di Galatina, in Salento, per il secondo anno consecutivo la cittadina accoglie i visitatori con le sarde e la ricotta dal 29 al 31 Luglio 2012.
Quelle di fine luglio, a Galatina saranno serate da passare insieme, con esibizioni di musica dal vivo, un mercatino artigianale e gustose specialità enogastronomiche.
La città è contornata da bellezze architettoniche antiche, nonché  indiscussa patria della nascita delle Tarantate. Se si vuol fare un giro per i vicoli della cittadina, le semplici case imbiancate di calce daranno l’idea del aptrimonio architettonico che qui  si custodisce: un patrimonio che merita di essere rivalutato come vecchi forni in pietra, frantoi, stradine in pietra.
In Piazza Alighieri verranno offerte le classiche “Pittule”, un piatto tipico della cucina salentina e leccese, molto semplici da preparare, amalgamando gli ingredienti sino ad ottenere un impasto molto liquido che si lascia lievitare per almeno due ore, e poi friggendo e servendo calde: una vera specialità culinaria. Numerosi sono i banchi che arricchiranno l’impasto di base aggiungendo pomodori pelati, capperi, origano e alici, oppure si può farcire con baccalà, gamberi sgusciati, cime di rapa lesse, ricotta, olive nere, e naturalmente le sarde e la ricotta forte.

La festa giunta ormai alla sua II edizione, infatti è dedicata principalemente alla sarda: le carni della sarda di Galatina sono molto tenere e gustose, tanto da essere oggetto di una intensa attività di lavorazione e conservazione a Galatina. Quando è fresca una sarda possiede un odore delicato e gradevole. NMote sono a Galatina le proprietà della sarda dal  punto di vista nutrizionale: buona fonte di niacina, vitamina D, vitamina B12, fosforo, proteine, calcio e selenio sono però ricche di colesterolo. Quest’ultimo aspetto non deve comunque trarre in inganno coloro che partecipaeranno alla simpatica sagra: le sarde sono infatti ricchissime dei famosi grassi omega-tre che proteggono il cuore e i vasi neutralizzando gli effetti negativi dell’ipertrigliceridemia.
Le sarde sono quindi un pesce economico, gustoso e salutare, perfetto per una sagra estiva.
La salagione delle sarde, soprattutto a Galatina nei mesi estivi, costituisce una delle più vive attività marinare: le sarde, prelevate dal barile o dalle lattine, vanno prima ripulite del sale lavandole in aceto.Verranno offerte ai visitatori insieme a pezzetti di cipolla, oppure condite con olio d’oliva.

Ma Galatina fa di più: alle sarde si aggiunge la ricotta che nel Salento viene definita “uschiante” e che significa dal gusto “forte”.  Il nome deriva dal latino “urere” che vuol dire “bruciare” termine che già presenta la principale caratteristica di questa ricotta salentina.
La ricotta forte è di consistenza morbida, è una preparazione molto particolare, tipica del Salento. A differenza della ricotta salata, che è un latticino piuttosto compatto, la ricotta forte è cremosa.
A Galatina viene prodotta con latte di vacca, lavorata riimpastandola continuamente con eliminazione dei liquidi di scolo, e poi fatta maturare dentro a cassoni o orci di terracotta, al fresco, per alcune settimane, durante le quali assume il tipico sapore piccante, così apprezzato dai turisti. Verranno servite orecchiette d’orzo con crema di ricotta forte, cavatelli con ricotta forte, la razza con ricotta forte e quant’altro i cuochi prepareranno direttamente nelle vie e nelle piazze di Galatina.

Agli stand delle sarde e della ricotta forte, si aggiungeranno gli stand del vino novello, gustoso e adatto a tutti, perchè non supera mai i 12° e si presta agli abbinamenti più variegati: dai salumi alle sarde, dalle verdure in pinzimonio ai formaggi piccanti. Qui, ogni anno son sempre presenti animazioni per giovani e famiglie, e numerose le occasioni di divertimento anche per i bambini.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *