La sagra te la pucceddhra a Melendugno

Immersa nel paesaggio mediterraneo, custodita da muretti a secco e distese di uliveti, si trova una tra le più antiche cittadine del Salento: Melendugno.
Ottima da gustare con purè, insalate, contorni vari, si abbina a vini bianchi di buon corpo, con profumo e aroma intensi e persistenti: è la pucceddhra, a cui Melendugno dedica due giorni di festa, all’inizio di Agosto.
La pucceddhra è un pane tipico che i fornai preparano nel periodo estivo, e si farcisce con tonno, capperi, provola e altro, per farne una sagra indimenticabile al palato.

La pucceddhra ha tutte le caratteristiche che ne fanno il prodotto ideale per essere consumato in una delle calde serate estive del Salento. La sagra di Melendugno infatti, è famosissima e attira turisti da ogni dove: il piccolo comune continua anno dopo anno il suo percorso nella proposta di specialità gastronomiche tipiche, rafforzando il legame con il territorio che le produce ed offrendo ai propri utenti, turisti e non, qualità e simpatia.
Il Salento per la sua collocazione geografica, esposto ai contatti dei popoli mediterranei, in particolare balcanici, reca visibili le impronte che vi hanno lasciato queste civiltà, così come le varie dominazioni dei romani, bizantini, normanni, svevi, francesi, spagnoli, che si sono succedute nei secoli; e nel corso delle feste dei vari paesini, come accade a Melendugno, la storia torna a galla presentando prodotti antichi ma sempre gustosi.

La pucceddhra verrà servita accompagnata da ingredienti quali pomodori, minunceddhe (cetrioli tipici del Salento), peperoni, cipolla bianca, peperoncino piccante, rucola selvatica, olive nere alla capasa, capperi, origano, cacioricotta condita con olio d’oliva extravergine: sui vari stand allestiti per l’occasione si sentiranno una varietà di profumi e di sapori mediterranei che ricondurranno la memoria ai pasti frugali dei contadini salentini a termine di una lunga e faticosa giornata di lavoro nei campi.

La sagra di Melendugno anche questo anno punta sulla proposta ed il rilancio di tematiche importanti quali la filiera corta, che nasce a Melendugno per valorizzare la qualità dell’agricoltura, ridurre i costi delle intermediazioni e incentivare e promuovere il consumo di prodotti tipici.
Durante la sagra verrà sottolineata altresì la genuinità dei prodotti, la qualità superiore a un prezzo finale trasparente e più economico per chi acquista, e sicuramente una remunerazione più equa per chi produce.Uno degli obiettivi della sagra è educare il consumatore alla conoscenza dei prodotti tipici di Melendugno e del Salento.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *