La venerazione di Maria SS. Annunziata a Castro tra sagra del pesce e danze popolari

La venerazione di Maria SS. Annunziata a Castro tra sagra del pesce e danze popolari, dal 21/04/2013 al 22/04/2013, Castro

Il Salento onora Maria SS. Annunziata esattamente un mese dopo la vera ricorrenza liturgica del 25 marzo. Dal 1117 Maria SS. Annunziata è la patrona della bella cittadina salentina di Castro. I fuochi d’artificio a mare, e la bella processione, accentuano la spiritualità spontanea della collettività, riuscendo a disegnare un perimetro e a elevare un confine tra il Bene e il Male soprattutto quando scopre direttamente il fascino del prodigio e del mistero sovrannaturale.

La suggestione di questa festa resta pur sempre quella di trasformare una questione metafisica (la presenza del male nel mondo) in un’esperienza fisica (visioni, malattie, conversioni, guarigioni miracolose, beatitudini del corpo e dello spirito).
Facendo ciò l’immagine di Maria Santissima Annunziata rimane saldamente ancorata alle genti di Castro: la religione direttamente vissuta dalla gente comune conferma l’orientamento tendenziale della cultura popolare stessa, che interpreta il mondo come un universo abitato da forze sovrannaturali.
Gli stand della sagra del pesce a sarsa che si tiene in contemporanea con la festa religiosa, richiamano gente da ogni dove, accompagnandosi anche con balli tradizionali tipici: il Salento è la zona d’Italia più omogenea per quanto riguarda le danze popolari.
Tutte le regioni del sud d’Italia sonostate accomunate negli ultimi tre secoli dalla diffusione di un ballo divenuto non solo notorio e di comune accezione, ma persino il simbolo della meridionalità: la taranta e la pizzica non sono un unico e uniforme repertorio coreutico, ma il nome indica ormai un genere, una famiglia composita di balli plurimi di varia origine e tipologicamente diversi, ma neiquali talvolta si riescono ad intravedere alcuni comuni denominatori, che trasformano una festa religiosa in una festa dell’intera comunità.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *