Le fanoje di San Marco in Lamis

Le fanoje di San Marco in Lamis, dal 19 al 25 Marzo 2013, San Marco in Lamis

Nel 2013, a San Marco in Lamis, la settimana che va dal 19 al 25 marzo sarà densa di avvenimenti, richiamando artisti e cantanti famosi in una cornice unica, per celebrare eventi sacri e profani. Arti circensi, danza, musica si mischieranno alla natura circostante per creare spettacoli unici ed irripetibili. Dal 19 al 25 Marzo 2013, San Marco vivrà in un sogno, con spettacoli serali, laboratori pomeridiani, giocoleria, manipolazione di oggetti, danza, fuoco.
Si celebrano San Giuseppe, la festa della Vergine dei Sette Dolori e la festa dell’annunciazione accendendo le fanòje, dei grandi fuochi simbolici.
Nella variegata e ricca simbologia di cui il fuoco è portatore, non manca una molteplicità di significati dal carattere puramente religioso. Così, ad esempio a San Marco la presenza del fuoco e delle fanoje è prevista in particolari momenti rituali e celebrativi allo scopo di dare simbolicamente visibilità al messaggio teologico che si vuol trasmettere.

Il 19 marzo, verranno tradizionalmente accese le fanoje in occasione della festa di San Giuseppe, che in questa ridente cittadina ha una importanza particolare; la festa ha origini molto antiche, risalenti alla tradizione pagana infatti il 19 Marzo è la vigilia dell’equinozio di primavera e un tempo avevano inizio i riti volti alla propiziazione della fertilità. Il giorno in cui si festeggia San Giuseppe, a San Marco è legato anche ai tradizionalissimi piatti che si usano preparare per questa data, e che hanno origine addirittura nella Roma Antica.
Il trionfo di zeppole è il piatto che da sempre contraddistingue questo giorno, che oggi come un tempo vede un clima festoso, in ricordo di quando la popolazione banchettava per strada e le donne incoronate d’edera offrivano focacce di farina, fritte in olio e intinte nel miele, le antenate delle zeppole. Numerosi stand allestiti per l’occasione a San Marco, offriranno le zeppole ai visitatori che in questa lunga settimana vivranno la festa della cittadina.

Il venerdì che precede la Settimana Santa, quest’anno il 22 marzo 2013, cade la festa festa dell’Addolorata oppure Madonna dei sette dolori, in latino Mater Dolorosa.
Questo periodo a San Marco é uno dei più vissuti, religiosamente parlando, di tutta la Puglia; dalla festa dell’Addolorata alla Domenica della Resurrezione, la cittadina é arricchita da maestose fanoje e attraversata da grandi processioni in cui si portano in giro icone religiose: questo appuntamento annuale é diventato imprescindibile per molti credenti, cosí come per tutti coloro che vogliono vivere da vicino una delle feste piú vistose ed emotive che si celebrano a San Marco.
Durante questo periodo il centro di San Marco ribolle di attivitá, arte e tradizione: il rullare dei tamburi, l’odore dell’incenso ed le bancarelle multicolori si mischiano alla devozione del popolo. Questo periodo é molto diverso rispetto a quelli che si possono vivere in altre cittá pugliesi, qui si respirano allegria, applausi e tanta gente riunita a vedere le processioni.

Infine il 25 marzo a San Marco si celebra festa dell’Annunciazione: l’Annunciazione del Signore è una delle principali feste mariane di San Marco e ricorda l’arcangelo Gabriele che annuncia a Maria il concepimento del Figlio. Celebrare la festa dell’Annunciazione del Signore in un tempo liturgico in cui la Chiesa tende verso la Pasqua, che quest’anno cade il 31 Marzo, può apparire una stranezza; va tuttavia notato che il mistero dell’Incarnazione di Gesù è finalizzato al mistero pasquale.
Senza alcun tipo di finanziamento pubblico, ma solo grazie alla benevolenza degli abitanti di San Marco e l’aiuto di preziosi volontari, la cittadina accenderà fanoje ad ogni angolo di strada e offrirà spettacoli indimenticabili.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *