Le Verdi Stanze, tour tra i giardini del Salento

Negli ultimi trent’anni l’interesse per i bei giardini è cresciuto fino ad assumere le dimensioni di business, e altrettanto si può dire della crescita dell’esperienza e delle capacità tecniche ed artistiche, della curiosità per la cultura che si associa alla pratica del giardinaggio. La terza edizione dell’iniziativa nota come “Le Verdi Stanze”, attraverso un convegno ed un tour guidato, è una iniziativa dedicata al paesaggio e alla visita di alcuni dei giardini storici salentini più rappresentativi, privati o solitamente chiusi al pubblico.

“Le Verdi Stanze” è organizzato dalla Cooperativa Fluxus con la collaborazione dell’Agenzia viaggi Freeplan e la partecipazione dell’Istituto Tecnico Agrario Presta di Lecce, che naturalmente hanno pensato anche ai giovanissimi: anche per i bambini infatti sono state pensate delle iniziative, come il laboratorio ludico–didattico dal titolo “Il parco dei piccoli giardinieri” dedicato al paesaggio e al giardino che si terrà a Melendugno presso il Centro Culturale “Rina Durante”.

Sebbene in Puglia sia relativamente semplice procurarsi un libro su questo o quel giardino, in special modo su quelli salentini, le opere che affrontano lo sviluppo storico dell’arte dei giardini in maniera esaustiva sono poche e non sempre complete. Ecco perchè sarà illustrato sabato 26 maggio presso il Museo Civico L’Alca a Maglie, dove interverranno, tra gli altri esperti, Vincenzo Cazzato, professore di Storia dell’Architettura (Università del Salento) e storico del giardino e l’agronomo Fabio Ippolito dell’Università del Salento.
In particolare ci si si soffermerà sul tema delle “fabriques o folies”, ovvero ileopere architettoniche che caratterizzano il giardino dandogli caratteri di unicità e spettacolarità. Nessuno inventa nè le piante nè le pietre dei vialetti, ma si può inventare la scelta e l’organizzazione degli elementi del giardino, affinchè tutto diventi un universo verde piacevole alla vista e all’anima.

Sono tre i giardini legati dal tema delle “fabriques” e inseriti nel tour guidato programmato per domenica 27 maggio: Parco Achille Tamborino a Maglie, Villa Zaira a Muro Leccese,  il Parco Episcopo a Poggiardo tutti immersi in spazi verdi, tra piccoli corsi d’acqua, piscinette, laghetti e impianti d’irrigazione, percorsi pedonali con materiali naturali, opere di recinzione.
Si ammireranno giardini all’inglese che mettono in risalto elementi naturali e artificiali, omettendo elementi geometrici: potrebbero sembrare disordinati e incoerenti, ma non è affatto così, perche si segue uno schema ben preciso su come e dove posizionare ogni tipo di pianta. Si visiteranno anche giardini all’italiana molto rigorosi dove gni singola pianta assume una posizione e forma ben definite, e le siepi assumono una forma ben precisa da formare dei veri labirinti molto definiti.
Nel giardino giapponese parlare solo di estetica è molto riduttivo infatti dietro ogni elemento si cela un significato filosofico e misterioso. Questo tipo di giardino, ha dimensioni abbastanza ridotte , le piante sono posizionate con molto rigore molto organizzate tra loro, assumendo una linea molto essenziale.

Il connubio tra natura e artificio, nei giardini prescelti per questa bellissima edizione de “Le Verdi Stanze”, è rivelata da numerosi elementi tra i quali spiccano i rivestimenti di molte fabriques. Si ammireranno infatti anche i giardini in cui una serie di edifici, “les fabriques” appunto, caratterizzanoi vari ambienti: sono padiglioni orientaleggianti o altri elementi architettonici volti ad accentuare le viste prospettiche, unitamente a quello di evocare epoche passate.

Per info:
Museo Civico L’Alca
Maglie (Lecce)
Prenotazione obbligatoriaTel. 0833572657 – 3804739285.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *