Lezioni di rock con i New Order

Il Cinema Armenise si trasformerà in un magnifico palcoscenico dove verrà raccontata la storia del rock con suoni, parole e immagini. A differenza di quanto si potrebbe pensare, non esiste un’unica storia del rock, ne esistono diverse. Una tipologia molto diffusa è la storia degli hit, nella quale il valore di un musicista viene determinato dal numero di dischi venduti. Potrebbe sembrare un sistema molto obiettivo tuttavia le cose non sempre sono come appaiono: le masse tendono infatti ad acquistare quanto viene pubblicizzato attraverso i mass-media.
La manifestazione intitolata “Lezioni di rock” non è infatti una storia dei successi commerciali, non è una versione nazionale, e non è una versione individualistica. Semplicemente, si tratta di gruppi rock come i New Order che hanno ascoltato e composto una grande quantità di musica andando alla ricerca delle origini dei vari stili e alla fine hanno tratto le proprie conclusioni. E le raccontano.

La formazione di orgine anglosassone dei Joy Division si formò nel 1977 per poi trasformarsi nel 1980 nel definitivo gruppo dei New Order.
I componenti sono Bernard Sumner (voce, chitarra, sintetizzatori), Peter Hook (basso, cori, batteria elettronica), Stephen Morris (batteria, sintetizzatori) e Gillian Gilbert(tastiere).
Si tratta di una formazione anglossassone di post-punk e gothic rock che racconterà come Chuck Berry inventò il rock and roll nel 1955. Berry era un nero che suonava musica da neri, ma i tempi erano cambiati: i ragazzini bianchi ascoltavano il rhythm’n’blues, e i musicisti bianchi lo suonavano.
Verrà raccontato, coi New Order,  che quando il business discografico capì che la musica dei neri poteva avere un mercato anche tra i bianchi e pregiudizi sociali e barriere razziali nulla potevano contro le forze del capitalismo, il successo del rock’n’roll fu fulmineo.

Al cinema Armenise, viene proposta una serie di incontri nei quali si ripercorrono i grandi momenti del rock e non solo, e con i New Order verranno proposte le incisioni indimenticabili, le storie dei personaggi che hanno segnato l’evoluzione della musica popolare. L’industria musicale lanciò idoli bianchi come Elvis Presley, ma i veri eroi erano quelli come Chuck Berry, che meglio simboleggiavano la sinergia tra il cantante e il suo pubblico.
I rocker neri inizialmente rappresentavano lo spirito ribelle dei giovani e il bisogno di una colonna sonora per i loro sogni di anticonformismo; il loro impatto si rivelerà duraturo, ma le loro carriere furono effimere. Per un motivo o per l’altro, smisero tutti di registrare in breve tempo. Il rock’n’roll fu ereditato dai cantanti bianchi, come Elvis Presley.

Le “Lezioni di rock” all’Armenise, di Gino Castaldo e Ernesto Assante, si ripropongono anche di riscoprire il rock alternativo e restituirgli l’importanza che merita: è un modo per risollevare la reputazione della musica rock tra le platee più sofisticate. Oggi infatti troppi critici rock seguono ciecamente le indicazioni delle grandi compagnie discografiche. Si tratta di una sorta di libro della storia del rock raccontato con parole, immagini e suoni. Una musica da sentire ma anche da vedere attraverso immagini e spezzoni che ripropongono vicende artistiche rappresentate con gli stili diversi delle varie epoche. La morte di Jim Morrison, di Janis Joplin, di Jimi Hendrix e di molti altri, causò una sorta di raffredamento nel fenomeno rock: dopo gli eccessi degli anni ’60, Bob Dylan ed altri, intrapresero una strada più pacifica verso il nirvana del rock, e riscoprirono la musica country. Fu così che il “country-rock” divenne una delle prime manie degli anni ’70, portando al successo gruppi come gli Eagles. Poi c’erano il reggae che divenne un genere commercializzato grazie a Bob Marley, il funk che divenne addirittura più assurdo e sperimentale con le bands di George Clinton, l’hard-rock da cui nascerà l’heavy-metal.
Tutto questo verrà raccontato con la musica e le immagini dai New Order, in uno spettacolo di sicuro successo.

Per info
Cinema Armenise
Via Pasubio, 178, Bari
Ore 21.00
L’ingresso all’evento,  costa 5 euro.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *