Lo spirito dell’amicizia, mostra collettiva a Bari

Lo spirito dell’amicizia, mostra collettiva a Bari, dal 20-5-2013 al 15-7-2013, Bari

Lo spirito dell'amicizia, mostra collettiva a BariCi sono mostre che vanno godute soprattutto con gli occhi ed altre, come questa raffinatissima esposizione alla Galleria Bonomo di Bari, che vanno visitate. Si tratta di una esposizione composta da installazioni e lavori a parete, è una mostra articolata, composta da lavori totalmente autonomi di artisti diversi: Micol Assael, Jorge Peris e Nunzio.

Senza la mediazione dell’esposizione collettiva, questi lavori rischierebbero di rimanere muti, e ciò che li lega non verrebbe alla luce: si tratta di opere d’arte di tre artisti amici tra di loro, e rappresentano lo spirito di gruppo che talvolta, appunto, esiste tra artisti.
Così è partita l’idea di fare una mostra articolata alla Gallerina Bonomo, composta da lavori totalmente autonomi ma che si richiamano fra loro.

Micol Assael è una giovane artista italiana che ha creato un numero notevole di opere: le sue installazioni, intense e inquietanti, includono modificazioni delle strutture architettoniche esistenti, come effettuare una serie di fori, disegnare linee e angoli, rimuovere pavimenti; in altri lavori l’artista ha ricostruito nuovi spazi specifici o modificato quelli già esistenti. Nella sua opera corrono paralleli elementi diversi, compreso un intenso lavoro meditativo, e sculture e disegni indirizzati alla trasformazione, spesso con l’utilizzo di materiali rinvenuti o stampe già esistenti.

Jorge Peris è un artista spagnolo particolare: dietro una porta ha costruito un baratro di 4 metri, ha nutrito muffe per 4 mesi, ha curato piante terminali con acqua di mare portata a 80 gradi, questo per dare l’idea del genere di personalità. Nonostante ciò, egli non si definisce un rivoluzionario: nel suo lavoro mette le proprie emozioni, il contatto con la gente con cui lavora, le relazioni umane, la loro importanza, i personali ricordi. Crea immaginando che altri si possano connettere umanamente con quello che presenta.
Le sue immagini, ed in particolare le grandi opere a parete, parlano da sé, ma a volte, non si saprebbe come interrogarle, e resterebbero silenziose, o si concederebbero solo ad uno sguardo di superficie, prestandosi ad ogni fraintendimento, se non fossero state contestualizzate in questa mostra collettiva.

Quelli di Nunzio, sono lavori in legno combusto, in bronzo, sono disegni monumentali con carboncini capaci di lasciare tracce di un nero assoluto. Sono immagini forti, geometriche, impostate alcune volte su ritmi ed equilibri matematici, o su una costante idea di ortogonalità o su scansioni che compongono una fuga prospettica. Anche come scultore ha sempre avuto una relazione particolare con la bidimensionalità: la tridimensionalità e la spazialità sono suggerite e alluse più che compiute; molte sue sculture hanno dei buchi, delle aperture, propongono una sorta di visione che genera uno spostamento da uno spazio all’altro.

Nessuno dei capolavori di questi tre artisti, sarebbe stato capace da solo di sprigionare tutta la sua carica di intensa emotività e spiritualità, se non fosse stato ricontestualizzato in una mostra collettiva che celebra l’ amicizia spirituale tra i tre artisti.

Per info:
Galleria Marilena Bonomo
Via Nicolò Dall’Arca, 19
70122 Bari

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *