Locomotive Jazz per Lucio e Faber, in Salento

A Livello 11/8, a Trepuzzi, Lecce, un omaggio a Lucio Dalla e Fabrizio De Andrè (Lucio e Faber), non poteva che essere un tributo, un regalo a due dei cantautori più amati d’Italia.
Paolo Fresu, Gaetano Curreri, Fabrizio Foschini e Raffaele Casarano sono musicisti di grandissima esperienza e notevoli qualità artistiche, che condurranno in un viaggio musicale che parte dai primi successi di Dalla e De Andrè e giunge fino ai giorni nostri. Numerosi saranno i giovani che accorreranno per apprezzare l’evento, perchè questo locale organizza da sempre feste con musica live, e sempre ben riuscite, dando talvolta anche spazio a band emergenti della zona e non.
Il gruppo non nasce con la connotazione classica della tribute band né con l’intenzione fine a se stessa di riproporre in fotocopia il repertorio più popolare della produzione musicale di Fabrizio De André e Lucio Dalla. In realtà ciascun componente porta, nell’interpretazione dei brani, il proprio personale bagaglio di suoni e di sensibilità: il risultato è un omaggio sincero di ciascuno nei confronti dei due musicisti, dei due poeti, di due miti della canzone. italiana.
L’ambiente del locale è rigorosamente swing a partire dalla musica.E così, tra una birra e l’altra, si ammireranno le voci di questi quattro cantantoi che hanno debuttato sulle scene musicali con la musica tradizionale, ma ha anche organizzato spettacoli multimediali di stampo teatrale, ed ora omaggiano due grandi cantautori.

Il Locomotive Jazz Festival per Lucio e Faber, è un progetto originale in esclusiva nazionale, un concerto tra jazz e canzone d’autore, per rendere omaggio a due dei più grandi cantautori italiani di sempre, attraverso una rilettura inedita e originale dei loro repertori.
Per passare una buona serata di musica in compagnia di altri appassionati ascoltando musica di qualità, bevendo birra, e tra tanto divertimento.
La serata regalerà versioni assai personali delle canzoni di Fabrizio De André, lontano dai grossi giri. Si potranno apprezzare anche le canzoni registrate in diretta in sala prove, con attrezzature tecniche magari insufficienti a poterlo definire un prodotto professionale. D’altronde, la rivoluzione passa per le cantine dove ci si sbatte a suonare, e si disseta di questo amore.

Di De Andrè verrà presentato per prima “storia di un impiegato”: considerato l’album più politico del cantautore,è  una sorta di manifesto che utilizza le metriche e le immagini della poesia per descrivere i labirinti del potere e chi vi si perde. Questo racconto di nove canzoni tenute insieme da un unico filo conduttore e da una traccia musicale incalzante e coerente, verrà suonato e cantato a Livello 11/8, e affascinante sarà riscoprire l’impiegato di De Andrè che paragona la mediocrità della propria vita piatta e sempre uguale a quella di chi ha il coraggio di ribellarsi contro il sistema.
La serata è perfettamente adattata ai tempi moderni, perchè all’impiegato piacerebbe essere come quegli studenti che “avevano il tempo anche per la galera” ma, seppure i suoi trent’anni siano “pochi più dei loro”, l’assuefazione alle piccole certezze della sua quotidianità glielo impediscono; infine reagisce liberando l’inquietudine che sente dentro di sé: lo fa prima limitando al sogno la sua ribellione e poi con un gesto eversivo individualistico ed estremo, quello dell’attentato solitario che si risolve in una beffa dall’effetto grottesco, in questa nuova e drammatica realtà.

Per il tributo a Lucio Dalla si proporrà al pubblico salentino un ricordo emozionante dell’artista con canzoni e aneddoti dei tanti concerti in giro per il mondo. Gli inizi della carriera di Lucio Dalla lo avevano visto fare parte, come clarinettista, di un gruppo jazz bolognese, la Rheno Dixieland Band, con il regista Pupi Avati.  Poi il grande successo. L’album “Automobili”, del ’76, contiene “Nuvolari”, dedicata al pioniere dell’automobilismo, che verrà riproposto in questa memorabile serata; anche “Il Motore del 2000”, canzone quasi profetica sulle caratteristiche del motore del futuro sarà proposta al pubblico di lecce.
Del 1977 è “Come è Profondo il Mare”, dedicata allo splendido specchio di mare che circonda le Isole Tremiti, che sarà la canzone principale che verrà cantata a Livello 11/8.
Seguiranno grandi successi come “Anna e Marco”, “L’ultima luna”, “L’anno che Verrà”,  “Futura”, “Cara”, “Balla balla ballerino”, “Ma come fanno i marinai” con Francesco De Gregori.

L’evento è organizzato dal Locomotive Jazz Festival in collaborazione con Time in Jazz e il centro Laber di Berchidda con 3DProject, il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Lecce e la sponsorizzazione di Colacem e Devimar. In questo locale innovativo e fuori dal comune, dall’atmosfera dinamica, moderna, frizzante traboccante di energia, Paolo Fresu, Gaetano Curreri, Fabrizio Foschini e Raffaele Casarano allieteranno la serata di quanti saranno accorsi a partecipare a questa singolare serata musicale.
Rinomati artisti, musicisti e strumentisti, oltre a veri e propri talenti, sono giovani emergenti in una commistione di sonorità che spazieranno dalla musica etnica e leggera di Dalla al jazz e allo swing di De Andrè: il tutto per dare la giusta valorizzazione a diverse realtà musicali che vantano una ricca tradizione culturale, creando un vero e proprio itinerario musicale.

Gaetano Curreri, voce e tastiera degli Stadio che nel 1979, a fianco di quelli che diventeranno i futuri componenti della band, ha partecipato al tour Banana Republic di Lucio Dalla.
Fabrizio Foschini, pianista degli Stadio oltre che arrangiatore e produttore, con all’attivo numerose collaborazioni tra cui quelle con Ivan Graziani, Gianni Togni, Eduardo De Crescenzo, Massimo Ranieri, Vasco Rossi e molti altri. Paolo Fresu, jazzista di fama internazionale che conta più di 330 incisioni discografiche, oltre 2.500 concerti e collaborazioni con i più influenti musicisti sulla scena contemporanea. Raffaele Casarano, talentuoso sassofonista pugliese che si è sibito nei più prestiogiosi club europei, da Parigi, a Londra, a Bruxelles e che ha collaborato con con jazzisti del calibro di Javier Girotto, Nguyen Le, Gianluca Petrella.

Per info:
Livello 11/8
S.S. 7 Ter, Trepuzzi (Le)
Ingresso 22 euro in prevendita, 25 euro botteghino
Tel: 0832303707

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *