Martina Franca

Domina la Valle D’Itria, suggestivo altopiano ricco di uliveti, pullulante dei pittoreschi “trulli” e delle antiche fattorie/fortezze, le “masserie”, ha un centro storico il cui borgo più antico, di orgine medievale è fatto di un labirinto di vicoli e viuzze, e la parte più moderna è un elegante esempio di urbanistica barocca: è Martina Franca, una delle perle della regione pugliese, una delle mete più interessanti delle vostre vacanze in Puglia.

Vacanze in PugliaNata come città “franca” durante il dominio degli angioini, sarà per tutto la sua storia feudo di una potente famiglia locale, i Caracciolo, che conserveranno il ducato fino agli anni 20 del 1800. Il periodo di maggior sviluppo economico e fortuna per Martina Franca sarà il 1700, epoca in cui la cittadina conoscerà grandi trasformazioni urbanistiche ed architettoniche che la renderanno uno dei più interessanti e begli esempi di città barocca.

Amministrativamente Martina Franca si trova in provincia di Taranto, è circondata da immensi uliveti che rappresentano uno dei principali supporti economici del territorio, insieme, negli ultimi decenni dello sviluppo del settore turistico ed alberghiero, avvantaggiato dalla bellezza della cittadina e de i suoi dintorni, che richiamano ogni anno migliaia di visitatori.

Una vacanza in Puglia come si deve prevede sicuramente un passaggio a Martina Franca o, perchè no? La potreste eleggere come base per le vostre escursioni in Valle d’Itria, verso i suggestivi paesi di Alberobello e di Locorotondo, per visitare le “gravine”, magari cercando di pernottare in uno dei trulli, molti dei quali, da residenze private si sono trasformati in piacevoli residence ed agriturismi.

Il borgo antico è notevole per le sue strette vie su cui si affacciano i palazzi a più piani. Questi ultimi hanno una struttura molto originale, per cui l’abitazione si sviluppa in altezza, con la cucina al piano più basso e le stanze da letto ai piani alti. Il palazzo termina con il tetto piatto, di evidente influenza greca e che viene ampiamente utilizzato dal nucleo famigliare, sia come spazio per stendere i panni ed essiccare i frutti ed i pomodori, sia per pranzare e cenare.

Anche la struttura viaria è molto originale, con il suo svilupparsi in un vero e proprio labirinto. Martina Franca non è l’unica cittadina ad avere una simile conformazione. Durante il medioevo vicoli ciechi ed improvvise svolte avevano la funzione di disorientare ed intrappolare nemici ed invasori. Interessanti le chiese barocche, la chiesa di San Domenico, con la splendida facciata e all’interno preziosi ed eleganti altari in marmo, e la Basilica di San Martino, la cui facciata è tra i più favolosi esempi di arte barocca, ed al cui interno sono conservate interessanti tele incastonate negli altari di marmo e delle indimenticabili acquasantiere, vere e proprie opere d’arte.

Nei dintorni la già citata Valle d’Itria in cui visitare:

  • i “trulli”, interessanti ed originali abitazioni di origine contadina costruiti con pietre a secco generalmente su base circolare e sormontato da cerchi di pietre che diminuiscono gradatamente di raggio risultandone alla fine la figura di un cono rovesciato, sulla cui cima, a chiusura vene posto un pinnacolo di forme variabili che impreziosisce la costruzione.

  • Le masserie, nate nel periodo di passaggio dall’economia medievale a quella moderna, in cui si insedia la proprietà padronale dei terreni ed in cui si svolge la lavorazione dei prodotti della terra.

  • Le grotte, purtroppo oggigiorno versanti in uno stato di degrado e di scarsa valorizzazione, il che è un vero peccato perchè all’interno vi si possono trovare preziosi reperti risalenti alla preistoria.

  • Il Parco delle Panelle, ampia area boschiva di notevole interesse ed importanza perchè oasi naturale protetta che presenta varie specie di animali ed uccelli, la martora, e l’upupa tra questi.

Un pensiero su “Martina Franca

  1. Ciao La citta di Martina Franca è una citta bellissima è piena di monumenti e palazzi prestigiosi da visitare io vengo da Brescia ma sono stata in Puglia per le mie vacanze e per caso ho partecipato ad un itinerario turistico dei 700 anni di Martina Franca che organizzava il comune in onore dell’evento (mi sa che l’iniziativa dura fino al 2011 ma non ne sono certa, c’è da approfittarne). Sono rimasta incantata nel vedere cosi tante opere in un pasese di soli 45000 abitanti 😛 un posto davvero unico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *