Melissano e la festa di S.Antonio

Melissano è una ridente cittadina del Salento, risalente al Medioevo, quando coloni e profughi provenienti dai casali vicini, tormentati dalle incursioni saracene, e attratti dalla fertilità della terra, si rifugiarono qui. Fu da allora che si cominciò a venerare Sant’Antonio in questi luoghi.
La festa patronale di Sant’Antonio che qui si svolge, il 13 giugno di ogni anno, è molto sentita dai cittadini, grazie al fatto che Sant’Antonio è considerato il Santo per eccellenza che accoglie ogni richiesta di aiuto, o semplicemente per un ringraziamento per aver ottenuto una grazia. La festa che Melissano dedica al Santo protettore, rappresenta un triplice incontro per questa cittadina: con sant’Antonio, con la misericordia del Padre e con Gesù Cristo Salvatore.

Melissano diventò comune autonomo nel 1922, grazie all’enorme progresso economico dovuto a una moderna e redditizia vitivinicoltura e in seguito nel settore delle calze e delle calzature. La cittadina perciò è estrememente conosciuta e famosa in Salento. Ma ciò che più di tutte le caratterizza è questa festa in onore di Sant’Antonio, il Santo che per antonomasia aiuta e guida ascoltando il cuore del credente.

Sant’Antonio qui a Melissano, è visto trattato  il patrono che accoglie la vita, le gioie, i dolori, le speranze. Aiuta a esprimere a sé stessi. Si fa attento alle richieste, aiuta a supplicare la misericordia del Padre. Così viene visto il Santo da questa piccola comunità salentina, tanto da spingere gli abitanti ad organizzare ogni anno delle celebrazioni religiose veramente di gran prestigio.

Melissano è situato lungo la strada Gallipoli-Leuca, al centro di una fertile valle, dunque facilmente raggiungibile anche da pellegrini che provengono dai paesi vicini. La suggestiva processione organizzata ogni anno, infatti, è seguita da tantissmi devoti: momento principale della festa è senz’altro il momento in cui la statua del Santo esce dalla chiesa di Melissano, la Chiesa della Beata Vergine del Rosario, attraversando due ali di folla commossa. La statua è portata a spalla da devoti.
La Chiesa della Beata Vergine del Rosario, al suo interno, nella navata sinistra, ospita l’altare di Sant’ Antonio da Padova; il presbiterio accoglie l’altare maggiore in marmo di Carrara, e un organo a canne del XVIII secolo proveniente dall’originaria chiesa parrocchiale. Dell’antico edificio si conserva anche una tela seicentesca e la meravigliosa statua settecentesca di Sant’Antonio.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *