Molto rumore per nulla

Al Teatro Filograna di Casarano, a Lecce, verrà messa in scena questa commedia all’interno della quale semplici storie d’amore e di rancori sviluppano una serie di malintesi e tranelli. Andrà in scena il teatro, quello privo di qualsiasi artificio, legato esclusivamente al corpo degli attori ed alla loro voce. I costumi sono molto belli e storie e amicizie di lungo tempo si rinnoveranno assieme alle ansie, agli amori e agli screzi.
La compagnia teatrale  rivisita la celebre commedia di William Shakespeare “Molto rumore per nulla”, elaborando una partitura musicale del testo con una originale ambientazione: il palcoscenico diventa un semplice stabilimento balneare, dove Beatrice, Claudio, Ero e tutti gli altri personaggi sono ben chiari davanti agli occhi dello spettatore, così come la storia e i luoghi in cui si svolge.
Si tratta di uno spettacolo molto atteso, che non si basa su un’idea propriamente nuova, ma ha un grandissimo pregio, quello di presentare la magia del teatro al naturale, per quella che è.

 La trama rappresentata in Salento, si svolge tra intrighi e schermaglie amorose, dialoghi frizzanti e duelli verbali che imprimono alla scena il ritmo comico: dal “nulla” si scatenerà “molto rumore”. La commedia teatrale “Molto rumore per nulla”, (titolo originale: “Much ado about nothing”), scritta da Shakespeare nel 1599, era ambientata a Messina, con personaggi tutti messinesi.

Gli spettatori si caleranno nei panni del principe Don Pedro d’Aragona, che si ferma a Messina dove il conte fiorentino Claudio, si innamorerà di Ero, figlia di Leonato, un amico di Don Pedro.
Don Juan, fratello del principe, riesce a screditare Ero agli occhi di Claudio, che al momento delle nozze la ripudia pubblicamente.
Ero finge di morire. Durante la notte una pattuglia di guardie cattura i servi di Don Juan, e dopo averli interrogati svela il mistero. Nel frattempo, però, Benedetto, che ha confessato il suo amore a Beatrice, sfida per amor suo il conte Claudio a duello.
Beatrice e Benedetto, quando tutti sono pronti per le nozze, ingaggiano l’ultimo duello di parole, che si conclude con il loro fidanzamento. Don Juan, fuggito da Messina al peggiorare della situazione, viene riacciuffato e imprigionato.

Il palcoscenico a Casarano verrà trasformato in uno stabilimento balneare con tanto di orchestrina e interpreti in costume da bagno. Tra un tuffo e l’altro la storia si sviluppa leggera verso l’efficace e simpatico finale, tra una serie di equivoci e inganni, sia in buona fede non voluti che tramati in modo oscuro e malvagio.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *