Monopoli

Non si ha un univoca certezza sulle origini del nome Monopoli, dato alla cittadina di circa 50.000 abitanti appartenente alla provincia di Bari, affacciata elegantemente sull’Adriatico.

L’etimologia del nome è infatti molto discussa, secondo le diverse declinazioni del nome greco, che potrebbe significare sia “città importante” oppure “città di Minosse” con la quale si intendeva indicare l’origine mitica della città addirittura fondata dal re cretese Minosse, oppure “sola città”, nel senso che nell’area era l’unico approdo disponibile. Comunque sia Monopoli resta una delle mete da raggiungere e da visitare se vi trovate in vacanza in Puglia. Il centro storico, ricco di palazzi e di monumenti di notevole interesse, i dintorni, ricchi di uliveti e delle tradizionali “masserie”, le antiche fattorie fortificate di origine romana che ancora oggi sono visitabili nella campagna circostante, e i famosi “trulli”, antiche costruzioni circolari dipinte di bianco con il tetto in pietra, dall’aspetto unico e singolare, come quelli conosciutissimi di Alberobello, Polignano e le sue scogliere a picco sul mare ed i centri storici delle vicine città di Ostuni, Locorotondo e Martina Franca, splendidi e suggestivi.

Monopoli cresce e diventa un importante centro quando gli abitanti di Egnatia vi si trasferiscono, dopo che i goti hanno distrutto la loro città, prima poco più che un villaggio Monopoli diventa in poco tempo un importante centro commerciale grazie al fatto di essere un porto importante a mezza strada tra Bari e Brindisi, e resterà una meta importante di traffici e commerci per tutto ‘alto medioevo. Distrutta dai bretoni nel 1378 Monopoli conoscerà un periodo molto oscuro, in parte migliorato con l’arrivo dei veneziani un secolo più tardi che ridaranno respiro alla vocazione marinara portuale e commerciale della cittadina.

Farà parte del Regno di Napoli e conoscerà un terribile momento durante la seconda guerra mondiale, nei 1943, quando i tedeschi in fuga bombarderanno ripetutamente la città.

Monopoli ha anche un’ottima vocazione turistica, grazie al fatto che la sua lunga costa ha tantissime spiagge e, dagli anni ’60 si è cominciato a costruire le infrastrutture dedicate all’accoglienza di visitatori e turisti che supera ogni anno le decine di migliaia di unità. Oltre alle spiagge ed agli stabilimenti balneari non dimentichiamo che la cittadina ha origini molto antiche e possiede un gran numero di edifici chiese e monumenti di notevole interesse, che, se siete in vacanza in Puglia, non dovreste mancare di visitare. Tra questi una visita d’obbligo va alla Basilica Cattedrale, maestosa costruzione con un’imponente facciata barocca, al cui interno sono visibili una serie di affreschi di notevole valore e bellezza, una piccola cripta, un museo e la zona degli scavi archeologici. Il Castello di Carlo V, voluto dall’imperatore per ampliare il progetto di fortificazione della costa pugliese, all’epoca vittima delle incursioni dei pirati saraceni e dei turchi, fu proprio grazie alle mura cittadine che gli abitanti di Monopoli resistettero a più riprese agli assedi dei turchi.

Interessante e pittoresca la Piazza XX Settembre, dove è sito il principale mercato cittadino, interamente lastricata di mattonelle rosse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *