Mostra di archeologia, La storia nel pozzo.

Sabato 8 ottobre 2011 alle ore 18:00 verrà inaugurata la mostra di archeologia medievale e paleobotanica intitolata: “La storia nel pozzo: ambiente ed economia di un villaggio bizantino in Terra d’Otranto” presso il MUSA, Museo Storico-Archeologico dell’Università del Salento. Fino al 25 Novembre 2011, il villaggio bizantino scoperto solo nel 1999, riprenderà vita, mostrando antichi reperti della quotidianità del villaggio e le attività produttive della comunità qui insediata. Quella di Terra d’Otranto è in effetti un’area ricca di reperti, e vi sono stati trovati addirittura i resti delle case che formavano l’antico villaggio.

Il percorso della mostra sarà articolato attraverso l’esposizione di reperti archeologici e paleovegetali, pannelli didattici e illustrativi e ricostruzioni che riproducono le capanne del villaggio e un pozzo. L’antico centro, seppure di modesta estensione, fu fiorente soprattutto attorno al VII e VIII secolo, come testimoniano i numerosi reperti, quali vasi, anfore, capitelli, epigrafi.

Il titolo della mostra, “La storia nel pozzo”, fa riferimento a  un rinvenimento eccezionale effettuato a Supersano (LE) dal prof. P. Arthur nel 2007: si tratta di un pozzo per attingere acqua, con all’interno un deposito di materiali organici perfettamente conservati: semi, porzioni di frutto , vinaccioli, e manufatti lignei, oltre a materiali ceramici.
E’ grazie a questi preziosi reperti che è stata possibile la ricostruzione dell’ambiente e del paesaggio, e anche dei modi di vivere delle persone dell’epoca, perchè la Storia non è solo un elenco di fatti, ma è anche il racconto della vita delle persone ivi vissute.

Analisi genetiche su residui organici hanno permesso di risalire alla varietà del vitigno coltivato a Supersano nel Medioevo, e per la prima volta sono state rese note le modalità di produzione del vino nel Salento durante l’età bizantina.
All’interno della mostra vi sarà anche una postazione con uno stereomicroscopio e verrà spiegato come si effettua l’analisi dei materiali organici antichi.

La mostra sarà visitabile presso il MUSA dal lunedì al venerdì 9:00-13:30 e martedì e giovedì anche 15:00-17:30. Ingresso gratuito.
La mostra curata da Paul Arthur e Girolamo Fiorentino ha lo scopo di rendere noti ad un vasto pubblico gli importanti risultati delle ricerche svolte in collaborazione con le Università di York e di Copenhagen.
Per informazioni e prenotazione visite guidate: tel. 0832/294253; infomusa@unisalento.it

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *