Mostra Fotografica. Noi Credevamo, Il Risorgimento secondo Martone

In contemporanea nei Cineporti di Bari e Lecce, l’Apulia Film Commission, in collaborazione con il Museo del Cinema di Torino, allestisce la mostra fotografica “Noi Credevamo – Il Risorgimento secondo Martone”
Dal 25 ottobre al 27 novembre 2011,  la mostra ripercorrerà i momenti più salienti della lavorazione del film “Noi Credevamo” di Mario Martone, incentrato sulle complesse e drammatiche vicende del Risorgimento italiano.

La mostra racconta il film non attraverso le foto di scena, ma utilizzando direttamente i fotogrammi del film; e così si vedranno le immagini dei tre ragazzi del sud che reagiscono alla pesante repressione borbonica del 1828, quelle della “Giovane Italia”, quelle del fallimento del tentativo di uccidere Carlo Alberto, quelle dell’insuccesso dei moti savoiardi del 1834.
Questo film di  Mario Martone, reso noto con 4 episodi consecutivi al grande pubblico nel Novembre del 2010, ha visto la straordinaria partecipazione di attori del calibro di Luigi Lo Cascio, Valerio Binasco, Francesca Inaudi, Andrea Bosca, Edoardo Natoli. Le vicende  sono in parte storiche e in parte frutto di immaginazione, rispettando la vita dei tre protagonisti che accompagnano lo spettatore nella visone dei fotogrammi.

“Noi Credevamo”, prodotto dalla Palomar di Carlo Degli Esposti, ha trovato in Puglia il luogo ideale per alcune riprese: il Castello di Deliceto (Foggia) a forma di pentagono irregolare, presenta lunghe ed alte cortine, con torri rotonde,e una immensa torre quadrata alta oltre 30 metri, che han fatto da sfondo a numerose scene del film, e compaiono dunque nelle immagini rappresentate alla mostra. I sotterranei del castello che anticamente servivano per scuderie, cantine e depositi, pure compaiono nelle fotografie risorgimentali, mantenedo la stessa anitica funzione.

Curata da Alberto Barbera, la mostra, che si compone di 170 immagini, è accompagnata da un catalogo arricchito da numerosi spunti di riflessione: l’occasione del centocinquantenario dell’Unità d’Italia quasi ha imposto una rivisitazione del tema che Martone ha messo in scena, senza nascondere più le problematiche lasciate irrisolte da una fase storica di cui il popolo, come spesso accade, ha finito con l’essere più spettatore o oggetto che non protagonista in grado di decidere del proprio futuro.

Per visitare la mostra fotografica: Cineporto c/o Manifatture KNOS, Via Vecchia Frigole 36.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *