Mostra mercato degli antichi mestieri a Palagianello

Mostra mercato degli antichi mestieri a Palagianello, dal 4-8-2013 al 5-8-2013, Palagianello

Mostra mercato degli antichi mestieri a PalagianelloLa Mostra Mercato degli Antichi Mestieri a Palagianello, rappresenta la sintesi del patrimonio culturale della Puglia e riporta in modo suggestivo al tempo in cui i ritmi di vita erano scanditi dal suono delle campane e dall’alternarsi delle stagioni.
L’arte nella tradizione popolare è definita in Puglia come “arte rustica” o “arte paesana” e nasce, di regola, da un tono di semplicità e di primitività, e diventa patrimonio espressivo dell’umile gente. Osservata nelle sue manifestazioni più caratteristiche presenta semplificazione di linee, di colori, di volumi, esagerazioni dovute a impulsi emotivi, materializzazione di movimenti, di suoni, di sensazioni, di idee, che si potranno trovare alla Mostra mercato di Palagianello.
L’arte popolare mantiene ancor oggi nei prodotti artigianali la massima manifestazione artistica: le tradizioni orafe e le botteghe artigianali di Palagianello per esempio, e gli artigiani che si occupano della lavorazione del ferro battuto, vivono ancora ai giorni nostri.
Tra gli antichi mestieri si troveranno le classiche tradizioni nella produzione e decorazioni di ceramiche: la differenza delle forme degli oggetti in ceramica e nella decorazione della ceramica che verranno presentate a Palagianello, rispecchiano tradizioni e colori locali.
Da non trascurare l’arte popolare religiosa, che ha dato vita a numerosi antichi mestieri: è soprattutto l’arte figurativa religiosa che testimonia la fede del popolo con espressioni di particolare significato artistico.
Molto suggestivi gli antichi mestieri che riguardano ricami e merletti nella tradizione: il ricamo e gli schemi hanno subito l’influsso di preesistenti modelli medioevali, la maggior parte dei disegni ancora oggi vivi nei ricami di tradizione popolare in Puglia non risalgono più su del Quattrocento.

Un tempo a Palagianello le attività principali erano silvo-pastorali e agricole, con tutti i lavori ad esse legate. Oggi, che si vive in tempi in cui il progresso ha compiuto passi giganteschi e le condizioni di vita degli individui sono confortevoli, è difficile immaginare quanto la vita in passato fosse difficile e disagevole; ecco perchè una mostra degli antichi mestieri vuole rinnovare tanti mestieri, relegati ormai soltanto nella memoria. La loro scomparsa costituisce una perdita assai grave, dal momento che si pone l’esigenza di conservare la memoria storica per comprendere il presente, perché il consumismo contribuisce sempre più alla loro sparizione.

L’esistenza dell’uomo in Puglia era l’espressione di una generalizzata povertà, era duro portare il cibo a casa poichè comportava sacrifici enormi: lavorare i campi con strumenti manuali scongiurando le avversità climatiche; transumare per portare il bestiame a verdi pascoli; abbandonare la propria casa, la famiglia. Non solo gli uomini migravano: anche le donne contribuivano al bilancio familiare lasciando le proprie case per cercare lavoro come serve o come balie.
A Palagianello si troveranno in mostra tutti gli antichi mestieri che testimoniano questa durezza della vita e riguardano la lavorazione del legno, dei campi, dell’olio d’oliva, della lana, del latte; e poi ancora gli antichi mestieri della vinificazione, i mestieri al mulino, e quelli di calzolaio, ombrellaio, fabbro, maniscalco, stagnaro, vasaio, calzolaio, scalpellino.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *