Mostra Mercato Madonna degli Angeli di Quasano

Il territorio di Quasano, affascinante borgo immerso nel Parco nazionale dell’Alta Murgia, è caratterizzato da numerose coltivazioni tipiche pugliesi.
Numerose piccole aziende, producono olio extra vergine di oliva altamente selezionato utilizzando le tradizionali tecniche di coltivazione e avvalendosi di qualificate strutture per la trasformazione.
Altre aziende agricole si occupano della coltivazione dei diversi ceppi del fungo Cardoncello, destinati ai mercati nazionali, con attrezzature e location adatte a monitorare e migliorare le caratteristiche produttive dei ceppi in funzione della produttività e resistenza alle avversità.
Ogni azienda del territorio di Quasano dispone di terreni ed orti propri a ridosso del Parco Nazionale dell’Alta Murgia in zone a protezione speciale e/o sottoposte a vincolo paesaggistico e di interesse comunitario (ZIC).
Tutte le aziende usufruiscono di moderne macchine agricole, a ruote o cingoli, destinate alle molteplici attività che richiede l’agricoltura moderna, come arare, seminare, raccogliere. L’uomo da sempre si è circondato di oggetti che potessero contribuire a rendere la vita più confortevole; in considerazione di tanto, sin da quando ha incominciato a coltivare la terra, si è munito di rudimentali attrezzi, dai quali traggono origini gli attuali rastrelli, zappe, pale. Oggi si usano macchinari per ogni esigenza: la raccolta dei cereali si avvale della mietitrebbiatrice, mentre il fieno viene tagliato con la falciatrice. La raccolta della frutta, ortaggi, patate, barbabietole si avvale di macchine particolari. Nel settore delle macchine agricole da circa un ventennio in Alta Murgia ha fatto il suo ingresso l’elettronica, la qualcosa ha contribuito a migliorare la produttività delle coltivazioni. Inoltre, nel settore sono state introdotte macchine altamente innovative, robotizzate, dove tutto è automatizzato, mentre l’uomo agisce quale supervisore.

Ma Quasano non è famosa solo per questo; poco lontano da Quasano infatti, è avvenuto  il fortuito ritrovamento, alcuni anni fa, di alcuni sarcofaghi monolitici che presentavano il corredo funebre originale: l’esperienza insegna che quasi ogni giorno vengono alla luce inaspettatamente significativi reperti archeologici. Molti committenti di opere edili denunciano il ritrovamento di reperti, tuttavia spesso resti archeologici vengono intenzionalmente tenuti nascosti o distrutti. Fortunatamente così non è accaduto in questa zona della Puglia, permettendo in questa maniera una rivalutazione dell’intero territorio.

Questo si ripropone anche la Mostra Mercato Madonna degli Angeli di Quasano, che nel 2012 è giunta alla sua terza edizione consecutiva: rivalutare il territorio e incentivare il turismo di qualità con evidenti ricadute positive sull’economia locale, sarà l’obiettivo principale.
Numerose aziende presentaranno innovative macchine agricole sia per la produzione che per il raccolto; altre aziende presenteranno i propri prodotti agricoli, magari di agricoltura biologica: zona protetta e area di rilevante pregio ambientale, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia nacque non solo per promuovere lo sviluppo di tutti i comparti connessi al settore agricolo, ma anche per porre un freno alle speculazioni e al deturpamento delle bellezze paesaggistiche.
Altre aziende alla Mostra Mercato porteranno la gastronomia tipica della Murgia Barese: Altamura, vanta un pane di tutto rispetto, impastato quasi esclusivamente con farina di grano tenero; inoltre la carne equina qui è il risultato di una millenaria tradizione; si potranno gustare “il marro”, un involtino di frattaglie sminuzzate e arrotolate con budella, e “u ruccle” anche noto come focaccia di San Giuseppe.
Molto gettonata sarà la sezione della Mostra Mercato che presenterà prodotti tipici dell’artigianato dell’Alta Murgia: anche in Alta Murgia, una terra da sempre votata all’economia agro-pastorale, il ceto artigiano ha lavorato per secoli alla costruzione di tutti quegli utensili necessaria ad agevolare il lavoro nei campi degli agricoltori e la soma delle pecore per i pastori, nonché utili allo svolgimento di tutte le faccende che l’attivissima vita domestica comportava. In tempi in cui la plastica non aveva ancora acquisito il predominio come materiale di fabbricazione, tutti gli strumenti che l’uomo necessitava a Quasano venivano prodotti da sapienti professionisti artigiani, in grado di utilizzare materiali come ferro, legno, vetro, giunchi e pietra raggiungendo risultati di incredibile valore qualitativo.

Organizzata dal  Comitato Feste della Parrocchia San Nicola, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Toritto, questa manifestazione rientra nell’ambito dei festeggiamenti in onore della Vergine Maria di cui reca l’intestazione: questi festeggiamenti sono caratterizzati dalla processione di carri trattori addobbati che trasportano le panelle, che verranno benette e poi distribuite ai devoti. Inoltre durante la festa hanno luogo la benedizione della campagna, a testimonianza dell’importanza della campagna murgese: la Murgia rappresenta un vero e proprio unicum ambientale, storico e gastronomico che è frutto della coesistenza di zone aspre e pietrose con isole di pianure fertili e pascoli spontanei. Una terra che origina un paniere agroalimentare ampio e diversificato, in cui agricoltura e zootecnia rappresentano una vocazione naturale e una invidiabile base su cui si fondano una gastronomia ricca e una solida realtà di imprese di trasformazione.
La Mostra Mercato ha dunque lo scopo di migliorare l’immagine del territorio e dinamizzare l’economia locale grazie all’incremento dei flussi turistici.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *