Mostra, Superfluo anni Ottanta, di Angelo Galatola

Mostra, Superfluo anni Ottanta, di Angelo Galatola, dal 16-12-2012 al 7-1-2013, Noicattaro, Bari

La Galleria Globalart di Noicattaro, fino al gennaio 2013 presenta un allestimento singolare: una mostra che rispecchia una società consumistica, dell’artista barese Angelo Galatola. Galatola è un osservatore della modernità, di quella società che canalizza gli esseri umani identificandoli con numeri e codici, dove il consumismo è argomento sempre più all’ordine del giorno nella saggistica e nel giornalismo contemporanei.
E per quanto si voglia porre rimedio, si tende a considerare gli effetti svincolati dalle cause originali, separati tra loro, sottratti ad un’analisi globale che possa affrontare i problemi nella loro completezza e quindi offrire effettive soluzioni alternative.

Galatola da sempre ha fatto sue queste problematiche e fin dagli anni sessanta ha cominciato a rifiutare l’arte nella sua pratica tradizionale, non accettando nessuna forma figurativa razionale; ha creato così un nuovo modo di fare immagini senza atteggiarsi a critico del consumismo, senza accettare come scontata ed ineluttabile la logica della vita e dell’industrializzazione o della massificazione. Angelo Galatola è da oltre quarant’anni una delle figure più eccentriche del panorama artistico italiano, e mette in mostra le sue forme poco riconoscibili, dando origine a opere estremamente diversificate, caratterizzate solo da densi strati di colore, quadrato nel quadrato e linee parallele finite nell’infinito, con le forme dominanti nella Puglia degli anni Ottanta.

Attraverso l’ironia, questa mostra di Galatola ripercorre gli anni Ottanta: Galatola accusa lo spreco di risorse naturali e di energia, e nel contempo crea ed espone opere oggettuali da scarto, come barattoli sott’olio extravergine d’oliva, affiancati alle tele sia degli anni Ottanta sia più recenti.
Degli anni Ottanta spiccheranno la geometrica e la casuale ricerca di colore, per cristallizzare il volto di questa società consumista, in cui l’eccesso si è elevato a regola, un eccesso che è divenuto famelico e si autoalimenta. Come uscire da questo vortice inarrestabile, e staccarsi da tutto ciò che è superfluo (da cui il titolo della mostra) è forse suggerito dal Galatola stesso: probabilmente fermandosi. Questo è il messaggio che lancia questo straordinario artista.

Per info:
Galleria Globalart
Via Ugo Foscolo 29
70016 Noicattaro (Bari)
Orari: dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 17 alle 20,30

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *