Negramaro a Bari

Poche settimane fa è uscito il nuovo singolo della famosissima band salentina dei  Negramaro “Io non lascio traccia”, dopo un anno di fermo musicale, e l’8 novembre 2011 al Palaflorio di  Bari si esibiranno in un grandioso concerto, per il quale ci si aspetta il tutto esaurito. La band salentina ha appena cominciato il “Casa 69 Tour” partendo dal Palalottomatica di Roma, poi è approdata al Mediolanum Forum di Assago proseguendo per Milano, Torino, Mantova, Bologna e Firenze; infine partiranno per il sud Italia (dopo Bari, seguiranno Eboli e Caserta) e ogni tappa fin’ora ha registrato un eccellente numero di partecipanti: sono pochi i cantanti e i gruppi che possono vantare una frequenza così alta ai propri concerti.


L’atmosfera precedente ai concerti del gruppo, appare solitamente quieta, calma, quasi impalpabile,  ma quando si accendono le luci del palco, e salgono i componenti del gruppo, tutto esplode. Fin dal loro esordio nel 2003 i Negramaro si sono imposti all’attenzione del pubblico salentino e nazionale, grazie alle loro incendiarie esibizioni live, non a caso sono stati la prima band italiana ad esibirsi allo stadio di San Siro.
Oggi centinaia di giovani esplodono letteralmente dalla platea, si lanciano verso il palco, si scatenano ai concerti.

È strano pensare come un gruppo come i Negramaro che per anni in passato è stato un gruppo di nicchia, con il suo pubblico, raggiunga tale successo, tanta notorietà.

Numerose le collaborazioni del gruppo con altri famosi cantanti, o il loro rivisitare alcuni brani cardine della musica leggera italiana; dei Negramaro tutti conoscono il brano “Meraviglioso” di Domenico Modugno rivisitato dalla band salentina che è stato uno dei brani più trasmessi dalle radio italiane; anche la famosa cantante Elisa ha eseguito il singolo “Ti vorrei sollevare” in duetto con il leader dei Negramaro, Giuliano Sangiorgi.

“Casa 69”, quinto lavoro in studio della band, deve il titolo proprio al luogo fisico dove tutti i componenti dei Negramaro vivono condividendo, oltre al lavoro e alla passione per la musica, ogni aspetto della quotidianità. L’incomunicabilità, il potere dell’illusione e l’individualità sono i temi centrali dei sedici nuovi brani dell’album che insieme ai due precedenti compone una trilogia. Infatti “Mentre tutto scorre” riguardava il tempo che passa, e “La finestra” riguardava lo spazio; “Casa 69”  è ricco di brani fra lo spazio e il tempo, dove l’unico protagonista appare l’essere umano.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Un pensiero su “Negramaro a Bari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *