Nel cuore della Grecìa Salentina

Il 30 Novembre 2011 parte una affascinante escursione, una passseggiata in Salento guidata, con partenza dal Monastero di Santa Maria della Consolazione (area parcheggio); possono partecipare adulti e bambini, il percorso infatti è lungo solo 11 Km, e il dislivello è di soli 40 metri. Il Monastero occupato dai monaci cistercensi ospita un museo, e le preziose erbe officinali dei monaci stessi, tra cui il noto amaro di San Bernardo e la Goccia Imperiale preparata rispettando un’antica ricetta del ‘700.
L’escursione è a cura del Gruppo Speleologico Leccese ‘Ndronico, associazione dalle attività di ricerca e studio nel territorio salentino, che nasce ufficialmente nel giugno del 1990 dall’esperienza di Remo Mazzotta, lo scopritore della Grotta dei Cervi di Porto Badisco.

In 5 ore di trekking si percorrerà il territorio tra la Masseria Susciu, la Specchia dei Mori, la splendida Cappella di San Vito, il ricco Bosco di Calimera, nel cuoredella Grecìa Salentina.
Il percorso prevede una visita alla cittadina dell’epoca romana di  Martano, al centro della Grecia Salentina, uno dei centri più importanti del Salento sia per la sua antica tradizione, sia per la sua storia: qui, tra le antiche corti, si respira aria di antica tradizione: percorrendo il borgo, gli aromi di un tempo che fu sono ancora tutti vivi. A 90 metri sopra il livello del mare, Martano dista dal capoluogo salentino appena 20 Km.

Monastero di Martano

Attraverso campi infiniti di tabacco e strutture in pietra a secco, si giungerà alla affascinante Masseria Susciu, che risale al XVI secolo ed è caratterizzata da una torre a due piani, con ricchi elementi decorativi  Si percorrerà poi via Traiana Calabra che  in cui la roccia risulta solcata dalle antiche ruote dei carri, per giungere alla chiesa della Madonnella, dedicata alla Vergine dell’Assunta: qui si respira aria di tempi antichi senza tralasciare l’ordine, la pulizia e la devozione.
La Specchia dei Mori o “Specchia del diavolo” è l’ultima tappa: secondo la leggenda, nasconderebbe un tesoro formato da una chioccia e dodici pulcini d’oro, ma custodito dal demonio; pare fosse una torre di vedetta, infatti è situata su di un altopiano.

Per informazioni: 0832/248181 – 349.3788738

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *