Norman Mommens, Approdi d’arte

A Nardò, dal  24 settembre al 24 ottobre si tiene un evento che avrà una ricaduta culturale positiva non solo per il Salento ma anche a livello regionale e nazionale.
All’artista fiammingo Norman Mommens (1922/2000), famosissimo scultore,  la galleria L’Osanna di Nardò dedica infatti una mostra, curata da Marina Pizzarelli, nell’ambito della rassegna “Approdi d’arte, omaggio agli artisti ospiti del Salento”. Si tratta dell’evento centrale della programmazione autunnale di Nardò, perchè sono in tanti gli artisti che negli ultimi decenni si sono stabiliti in Puglia per viverci e per lavorare immergendosi con lo spirito e con la loro arte in terra salentina, eletta a loro seconda patria.

La mostra offre la possibilità di ammirare alcune delle opere più significative di Norman Mommens proponendo alcuni dei temi più cari all’artista che fu anche pittore, sceneggiatore, grafico e studioso, riconosciuto in tutta Europa per avere partecipato a prestigiose rassegne internazionali, tra cui la Biennale di Carrara (1962) e la Biennale di Venezia (1963).

Mommens arrivò in Salento a Salve, nel 1970 proprio quando il suo nome come scultore stava acquistando peso nel mondo dell’arte. I numerosi e ingombranti  lavori in marmo di Norman, dopo aver viaggiato a lungo tra la Spagna, la Francia e la Grecia, vennero deposti in Salento, alla masseria Spigolizzi dove visse con la scrittrice e orafa Patience Gray coltivando la terra e dedicandosi all’arte. Visse in modo semplice, lontano dalle comodità del mondo moderno, rinunciando anche all’energia elettrica.

Nei suoi progetti era anche una scuola per raccontare come nasce la scultura in tutte le sue fasi, dai disegni ai bozzeti, fino alle prove e la fusione.

La mostra è aperta tutti i giorni escluso il lunedì e festivi. Orari: dalle 17 alle 21, la mattina su prenotazione. Info: 0833/562906

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *