Novello in festa, a Leverano

Dopo l’entusiasmante risposta del pubblico riscossa nelle scorse edizioni, ecco l’edizione di Novello in Festa del 2012, a Leverano, che ha come scopo la valorizzazione del vino. Leverano, nella fertile pianura dell’entroterra ionico-salentino, che domina la piana degradante verso il mar Ionio, accoglierà i turisti e gli intenditori in un territorio di pianure, di mare e di antichi borghi, un tempo culla della civiltà etrusca.

Qui nasce il vino Leverano, appunto, assurto a simbolo della costa ionica tra i migliori vini del mondo.
Visitando le cantine di Leverano si troveranno vini rossi emozionanti, di carattere e personalità unica, bianchi freschi, passiti intensi e profumati.
Si troveranno questi vini nel territorio in cui nascono, sperimentando i legami con la gastronomia della terra salentina e con i suoi prodotti tipici: l’olio extravergine di oliva, il miele con gli altri prodotti dell’apicoltura, il pane cotto nel forno a legna, i formaggi, i salumi, le conserve.

Dal 2000 ogni anno, per tre giorni, a Leverano, il vero protagonista è il vino. Dal 9 all’11 novembre, durante la Rassegna del Novello organizzata dalla Pro Loco e dal Comune, si alterneranno una serie di appuntamenti, non solo ludici, a sottolineare che tradizione e cultura sono il binomio trainante dell’economia del territorio. Con le serate di “Novello in Festa” la Provincia di Lecce punta a promuovere le tipicità locali e a valorizzare le produzioni legate alle attività agricole.

Il riconoscimento della DOC al Leverano risale al 1979: identifica un vino prodotto nell’intero territorio del comune di Leverano compresa la frazione interclusa tra i comuni di Arnesano e Copertino.
Durante le varie serate, le degustazioni di salumi proposte da un gruppo di aziende salentine, permetteranno di scoprire questo particolare mondo, le cui tradizioni risalgono ancora ai tempi antichi; una proposta alimentare dove la tradizione mescolata alla passione dei produttori e alla loro professionalità, farà rivivere il gusto della semplicità che ricorda la vita contadina di un tempo.

Ma soprattutto un tuffo nella tradizione, nella qualità e nel gusto della terra salentina, verrà fatto gustando il Leverano. Il tipo rosso e il tipo rosato vengono da uve da vitigno Negroamaro (da 65 a 100%), ma può utilizzare anche uve da vitigni Malvasia Nera di Lecce, Sangiovese, Montepulciano e Malvasia bianca.
 Il bianco viene da uve Malvasia bianca (65-100%) ma può esserci anche del Bombino bianco e Trebbiano toscano.
Una prelibatezza per intenditori è il rosso che porta la qualifica di “riserva”, se invecchiato per almeno due anni e sia di almeno 12,5 gradi; ha un colore rubino o granato con riflessi arancio, un  odore vinoso e gradevole e un sapore asciutto con senso di amarognolo. Si unisce bene a primi piatti a base di carne, carni magre al forno, pollame in umido o al forno, arrosti di ovini,  formaggi di mediamente stagionati.

A Novello in Festa, la semplicità si trasformerà in piacevolezza. Perché mai come in Salento il piatto migliore è proprio quello semplice, schietto, verace, accompagnato da un buon vino.
Saranno serate dedicate alla semplicità con l’utilizzo di vini e alimenti usati in passato come mezzo di sussistenza e che ora possono essere baluardi di diversità, contro l’omologazione del cibo. I tipi di vino saranno molti e ognuno è invitato a degustarne alcuni o tutti.
Inoltre molte aziende agroalimentari, promuoveranno una vetrina espositiva con lo scopo di favorire un’ampia e approfondita conoscenza della filiera alimentare pugliese.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *