Otranto: La Madonna dell’Altomare

La suggestiva Cappella dello Spirito Santo, comunemente detta “Madonna dell’Altomare”, si erge su un’altura che digrada sul mare ad Otranto a dominare l’intera cittadina. Il piazzale sottostante la cappella appare estremamente curato: la Cappella appartiene alla Parrocchia di maria SS. Immacolata, estremamente cara ai cittadini di Otranto.

Numerose litanie religiose verranno celebrate nei primi giorni di Settembre presso la cappella dell’Altomare: ogni anno fino alla prima domenica di Settembre, quest’anno, fino a domenica 4 settembre 2011, anche sul piazzale davanti alla Cappella si terranno suggestive celebrazioni, approfittando del clima ancora mite e per accogliere un numero di fedeli.
L’evento fondamentale della festa in onore della Madonna, è senz’ombra di dubbio la Processione a Mare che si svolge la domenica della festa, con la partecipazione di autorità religiose e civili che accompagnano la statua della Vergine, pregevole opera della fine dell’Ottocento: l’imbarcazione da pesca, seguita da un folto gruppo di altre barche, traghetta il simulacro della Madonna verso il porto. Il  gruppo dell‘Associazione Marinai d’Italia e l’associazione dei Pescatori che operano nel Porto, partecipano in modo particolarmente attivo a queste manifestazioni in onore della Madonna; bisogna tener presente infatti che nel dopoguerra, la cappella fu sottoposta a dei lavori di restauro esclusivamente a spese dei pescatori e del Comando locale della Marina. Inoltre la Cappella è particolarmente cara ai cittadini di Otranto perchè i rifacimenti ultimi sono stati progettati e fatti eseguire da un Comitato di cittadini di Otranto, devoti della Madonna dell’Altomare.
Durante la processione viene gettata in mare una corona di alloro in memoria di coloro che sono deceduti in queste acque e di quanti fanno del mare la loro vita, in una cerimonia molto coinvolgente. Dal Porto, dopo un giro al largo, si torna in processione alla Cappella attraversando le principali vie di Otranto dove avrà luogo la solenne benedizione del mare, una tradizionale manifestazione per augurio di una pesca propizia ad un popolo che dal mare nasce e del mare vive.

ricco e pescoso mare di Puglia

Naturalmente anche il programma civile appare molto ricco, come ogni anno, tra luminarie e fuochi pirotecnici sul molo, tra musica, allegria e divertimento: sabato 3 settembre il famoso gruppo dei Briganti di Terra d’Otranto presenterà numerose canzoni sullo stile della classica pizzica  ripresentando i cavalli di battaglia tipici presenti negli album Erba de mare, Tirajentu, La gola de lu riu, contenenti tipiche melodie del Salento, interpretate e riadattate. Anche bande musicali rinomate, quali quella della città di Scorrano e quelle della città di Squinzano ricche di note poetiche e suggestive serenate dalle dolci melodie, allieteranno la cittadina in una frizzante allegria profusa anche dal celeberrimo cabarettista Andrea Baccassino, un  salentino che racconta le sue  strampalate storie di paese tra un mix di cabaret e simpatia.

Domenica 4 settembre invece, si terrà fin dal mattino presto, nelle acque del porto, il saggio velico, 24° Trofeo Don Luigi Mariano in una suggestiva rappresentazione artistica.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *