Padre Pio

Padre Pio rappresenta in maniera efficace quanto la religiosità popolare sia ancora oggi uno dei tratti più importanti alla base della devozione dei cristiani, e non è un caso che il fenomeno della devozione verso Padre Pio si sia sviluppata in Puglia, una terra in cui la religiosità è molto forte, ed in cui si tramandano ancora oggi riti che affondano le loro radici addirittura in antichi culti pagani che permangono sottesi anche alla successiva sovrapposizione del culto cristiano.

padre pio

Religiosità e feste popolari

Di modesta famiglia, nato a Pietralcina in provincia di Benevento nel 1887, sin da fanciullo Francesco Forgione, questo il vero nome di Padre Pio, manifesta con forza la sua volontà di diventare sacerdote di Dio, e dopo un iniziale rifiuto finalmente indosserà la toga nel 1902.

Da subito il giovane frate afferma di essere preda di visioni e di momenti estatici, durante i quali si trovava a stretto contatto con Dio e la Madonna che gli manifestavano la loro benevolenza e lo incitavano a continuare nel suo percorso di fede.

Sarà nel 1913 che avverrà l’evento che farà del modesto frate cappuccino una delle più conosciute personalità della cristianità, e la cui fama ben presto non conoscerà confini. Sulle mani del frate compaiono misteriosamente infatti due macchie brune, che ricordano le stimmate, le ferite procurate dai chiodi sulle mani di Gesù crocifisso. La fama della stimmate di Padre Pio diventa così notoria e conosciuta che il frate sarà oggetto di una devozione enorme, che coinvolge soprattutto i ceti popolari, convinti che le stimmate siano il segno di poteri divini e miracolosi, soprattutto per quanto riguarda la guarigione dalle malattie. Diventerà una vera e propria ossessione potersi presentare al cospetto del frate per potergli toccare e baciare le mani. Tale fama sarà lungamente osteggiata e messa in dubbio dalle alte sfere della chiesa che per molto tempo avranno nei confronti di Padre Pio un atteggiamento di diffidenza e di condanna.

Padre Pio più volte dovrà sottostare ad accurati esami sia di professori universitari sia di alti sacerdoti, senza che in definitiva sia mai stata accertata in tutto e per tutto la veridicità delle stimmate comparse sulle mani. Tutto questo mentre la sua fama presso il popolo non ha mai smesso di crescere. E sarà proprio la fama e la popolarità di cui gode che faranno si che, dopo la sua morte avvenuta nel 1968, inizieranno le pratiche per la sua santificazione che avverrà, definitivamente, il 16 giugno 2002 in Piazza San Pietro a Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *