Porto Cesareo

Porto Cesareo si affaccia sul mar Ionio a circa 25 chilometri da Lecce della cui provincia fa parte amministrativamente. La sua storia risale all’epoca romana, sebbene tracce di vita in periodi precedenti non manchino, sia risalenti al neolitico e paleolitico che all’età del Bronzo, durante la quale popolazioni di origine greca avevano abitato nel luogo.

I dintorni di Porto Cesareo sono ricchi di siti archeologici in cui proprio del passato più remoto si possono ammirare i resti tra questi Scala di Furno, che presenta anche i resti di un villaggio greco dove sono stati trovati diversi reperti soprattutto di carattere votivo e religioso. Della sua importanza come porto commerciale all’epoca di Roma oggi non rimane più nulla. Porto Cesareo conoscerà una sorte simile agli altri paesi grandi e piccoli della costiera salentina, con un deciso calo demografico ed economico alla caduta dell’Impero Romano, quando il territorio pugliese diventa terra di scorrerie dei popoli barbari e le coste sono flagellate dalle incursioni di turchi e pirati. L’area di Porto Cesareo poi è parte della Terra d’Arneo, una zona che da epoche remote è stata caratterizzata dall’impaludamento delle terre e dall’imperversare della malaria, perciò per lungo tempo estremamente inospitale ed in più pericolosa per la presenza di briganti.

estate1-2003

la costa ionica è ricca di magnifiche spiagge

Sarà intorno al quindicesimo secolo che la cittadina conosce un inversione di tendenza, ridiventando porto commerciale di una certa importanza per i prodotti agricoli dell’entroterra e costituendo grazie alla costruzione della torre di guardia uno dei capisaldi del sistema difensivo costiero di torri.

Grazie alle bonifiche della Terra d’Arneo durante il fascismo la cittadina comincia piano piano a rifiorire ed oltre alla ripresa delle attività agricole, si comincia a delineare chiaramente anche la sua vocazione di polo di attrazione per i turisti, grazie al suo litorale magnifico.

Almeno 17 chilometri di spiagge circondano la piccola penisola su cui sorge Porto Cesareo, caratterizzate da sabbia bianca e finissima, che hanno fato di questi piccolo borgo di pescatori una delle mete per eccellenza di chi si reca in vacanza nel Salento. Il mare davanti a Porto Cesareo possiede alcuni dei fondali più interessanti di quest’area costiera e dalla metà degli anni ’90 vi è stata istituita un Area Marina Protetta che si estende per 7 chilometri lungo la costa ed ha fato di questo tratto di mare un luogo di forte richiamo per gli appassionati delle immersioni subacquee. L’area protetta sul mare confina ed è strettamente legata alla Riserva Naturale Orientata Regionale Palude del Conte e Duna Costiera che a sua volta contiene altri luoghi ricchi di fascino per chi ama la natura, il Bosco di Arneo e le “spunnulate” delle doline carsiche in cui diverse specie animali ed uccelli migratori vivono.

Interessante anche la Torre di Cesarea, la cui prima edificazione risale al 1570, e che nel secolo seguente è stata totalmente ricostruita.

2 pensieri su “Porto Cesareo

  1. Ciao a tutti, io sono della zona di porto cesareo è un bellissimo posto per passare le ferie, si possono gustare vari tipi di gastronomia locale nella terra del sole, del mare e del vento.Porto cesareo un bellissimo posto in cui vivere e spendere il proprio tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *