Premio Lupo, Concorso letterario, Settima edizione

Ci sono veramente molti concorsi letterari a cui uno scrittore esordiente può partecipare, anzi deve. Tutti conoscono i più importanti premi letterari italiani, come il Campiello o lo Strega, ma a questi se ne possono aggiungere altri più accessibili anche ai giovani autori alle prime armi. Ogni scrittore pensa che la sua opera sia una bella opera. Amici e parenti sono lettori poco affidabili nei loro giudizi,e affidarsi al parere di una giuria esterna e disinteressata come quella del “Premio Lupo” potrebbe essere un bel modo di avere conferme. Il “Premio Lupo” è un concorso letterario che si tiene in Puglia la cui direzione artistica e organizzativa è affidata alla “Piccola compagnia impertinente” di Foggia.
Si tratta della settima edizione del concorso letterario di racconti inediti dei Monti Dauni, ed è rivolto a chi ama la scrittura, a chi vuole comunicare un’idea o raccontare una storia, a chi vuole mettersi in gioco.

Quest’anno l’iniziativa è promossa dalle Amministrazioni comunali di Alberona, Bovino, Castelluccio Valmaggiore, Celle di San Vito, Faeto e Roseto Valfortore, col partenariato dell’Assessorato a Spettacolo e Cultura della Regione Puglia e dell’Amministrazione Provinciale di Foggia.
Nel partecipare a questo  concorso, lo scrittore però non deve mai lasciarsi trasportare da motivazioni come la mera vittoria o i premi in denaro perchè non sono questi i reali vantaggi che può trarre dal “Premio Lupo”.
Il Premio Lupo, infatti, è dedicato a quanti credono e sostengono il ‘valore aggiunto’ del talento e della creatività mediante il nobile tramite della scrittura.

Saranno quattro le sezioni in concorso, ognuna delle quali è caratterizzata da una specifica ‘password’ che rappresenta il tema da rispettare.
Nella sezione Shorthstories, in cui non si dovranno superare le 8000 battute, la password è “L’invasione dei lupi”: si tratta di metafore in cui i lupi sono alle porte della città e rappresentano la paura dei ricordi, delle bollette, dei tag, dei luoghi comuni o di un nuovo amore.
Nella sezione Folktellers, sempre da 8000 battute, la password è “I Monti Dauni” e si dovranno raccontare storie relative a questa parte di territorio pugliese, specificando suoni, odori, sapori della Terra.
Una sezione nuova e singolare è qulla denominata “Social Network” in cui, rispettando la password “Status impossibili” in sole 420 battute si dovrà fingere di essere un personaggio famoso e scrivere un post su Facebook.
Infine la sezione “Social” con password “Il lupo cattivo si racconta” dedicata unicamente ai detenuti delle carceri italiane: i concorsi letterari offrono la possibilità di mettersi in gioco obbligando a scrivere su temi che magari non si sarebbero mai presi in considerazione.
Grazie alla divisione in sezioni, il confronto con altri scrittori, durante il “Premio Lupo”, si acuirà perchè è ovviamente più facile confrontarsi su di un tema comune. Dal confronto possono nascere discussioni assolutamente costruttive per la carriera personale di ogni partecipante.

I racconti che dovranno pervenire entro il 30 Giugno 2012, potranno appartenere a qualsiasi genere letterario e verranno giudicati per il ‘valore narrativo’ dell’opera presentata e la originalità dello stile. Il racconto deve essere inedito e frutto dell’ingegno dell’autore che lo propone: in questo modo il confronto diventa comunicazione e interazione e può trasformarsi così in crescita personale.
La cerimonia di premiazione e prevista per fine settembre. Il premio ha l’obiettivo di dare vita alla riflessione sul tema il “lupo” che arriva, intesa non solo come animale cattivo, ma anche come mezzo per arrivare nello spazio del mondo e raggiungere nuovi luoghi, e anche come teatro di amicizie, storie, ricordi, emozioni, avventure, sapori, profumi e incontri.

Per info:
concorso “Premio lupo”
piazza Sant’Antonio, 1
71039 Roseto Valfortore (Fg)

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *