Presepe a Monteroni

Si immagini un paese che si veste a festa e per tutto l’anno si dedica al presepe. Ecco quello che accade a Monteroni, in Salento, grazie ai presepisti di fama nazionale che qui vivono e lavorano: merito della gente che, con la complicità del panorama salentino, rappresentano le figure magiche del presepio vestendosi come duemila anni fa.
Dal 25 dicembre al 1 gennaio, anche quest’anno a Monteroni di Lecce si organizza uno spettacolare Presepe Vivente nell’atmosfera natalizia che evoca nell’animo della gente sensazioni di amore, accompagnate dalla voglia di vivere le tradizioni di un tempo. L’intera cittadina in questo periodo regala un’occasione per vivere in modo piacevole l’atmosfera natalizia con luci, suoni e colori. Decorazioni, statue in legno, bijoux e candele, saranno solo alcune delle tante idee per il Natale nelle vetrine di Monteroni.


Il Presepe rappresenta, nella cultura meridionale e in particolare a Monteroni, il simbolo per eccellenza del Santo Natale. Le sue origini sono saldamente radicate nella storia, con l’arte creativa che si tramanda di generazione in generazione, per custodire e trasmettere intatte sensazioni ed emozioni uniche. A Monteroni, il presepe giunto alla sua tredicesima edizione, è ambientato nel centro storico e nel Palazzo Ducale: l’anno scorso registrò la presenza di numerosissime persone e sarà riproposto anche quest’anno.

La caratteristica del presepe vivente di Monteroni, quella per cui questa manifestazione natalizia si distingue dalle altre analoghe presenti in tutto il Salento, è una suggestiva rappresentazione teatrale, che ha inizio alle 19.30 delle giornate in cui il presepe è visitabile:  la rappresentazione sarà in grado di accogliere, grazie a un appeal mediatico di grande portata, una domanda turistica significativa e qualificata, aspirando a migliorare sia la quantità delle presenze, sia la qualità e la sostenibilità della fruizione.
Verranno rappresentati l’eco e lo spirito della Palestina, della neve che cade, l’arte degli artigiani, la tradizione dei canti, la maestria dei pastori, l’arrivo dei magi, la natività.
E nelle varie scenografie non mancheranno i personaggi che affollano ed animano quell’armonico microcosmo del presepe, e che tutti conoscono quali la lavandaia, la zingara, il pescatore, il cacciatore, gli zampognari, i commensali a tavola: tutti costanti richiami a quell’ordine che regola la varietà della vita e che  fa “leggere” il presepe quasi fosse un gran libro aperto della natura, dell’universo, dell’umanità più varia, in nome del Bambinello che nasce.

L’occasione della visita a un presepe così ben strutturato come quello di Monteroni, è particolarmente interessante per favorire la diversificazione e la destagionalizzazione dei flussi turistici in Salento: del resto la zona ben si presta, per la varietà di storia, cultura, tradizioni, enogastronomia, a quel turismo “a interessi speciali” in cui prevale l’orientamento all’esperienza, alla fantasia e all’azione. Il presepe di Monteroni conserva la semplicità e l’umiltà, ma pure una sorta di perenne fanciullezza di mente e di cuore che gli consente ancora, di essere all’avanguardia nell’arte presepista, per far si che i visitatori si accostino alla magia del Natale con animo nuovo.

Il presepe vivente di Monteroni è visitabile nei giorni 25-26 dicembre e 1 gennaio, dalle 18.30.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info {IMU_468_60}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *