Quaremme di Tuglie

2-4-2015 #quaremma #festatuglie #quaresimasalento

La Quaresima a Tuglie, in Salento, aveva inizio con le Sacre Ceneri, il mercoledì successivo al martedì grasso.

Quaremme di Tuglie

La storia narra che cominciava così un periodo di magra e penitenza con astensione dalle carni, chiusura delle sale da ballo e sospensione dei matrimoni. Durante il ciclo quaresimale, si svolgeva, il 19 Marzo, la festa di San Giuseppe, ricorrenza particolarmente sentita a Tuglie, ancora oggi. Si teneva, nella serata, una solenne processione.
Il secondo appuntamento religioso, molto importante, tanto oggi quanto in passato, erano le Quarantore: tre giorni d’adorazione personale e comunitaria al Santissimo Sacramento.
Il terzo appuntamento, quello più atteso e più sentito, era rappresentato dalla tradizione della Quaremma, un pupazzo nero sospeso su un filo teso tra balconi o finestre, che appariva a Tuglie nei giorni di Quaresima.
La Quaremma ancora oggi si vede a Tuglie, e il 2015 non farà eccezione: mentre un tempo serviva a ricordare ai cristiani che la Chiesa stava vivendo un periodo di penitenza e di lutto, ed era un rudimentale calendario per mezzo del quale si teneva il conto delle settimane prima di Pasqua, oggi rappresenta il mantenimento di antiche tradizioni che Tuglie non vuole lasciar andare.

Il 2 Aprile 2015, giovedì Santo, prima della Messa “in Coena Domini” le Quaremme di Tuglie verranno bruciate durante un’allegra festa di piazza, all’insegna della musica popolare e della tradizione culinaria salentina: esse sono il simbolo della penuria, ecco perché sono rappresentate da vecchie, e come tali vanno bruciate e distrutte.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *