Ramin Bahrami, recital pianistico

Un mago del suono, un poeta della tastiera, il 22 Gennaio 2012 sarà al Teatro Curci di Barletta: nato a Teheran, Ramin Bahrami si è diplomato al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano e all’Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola, e alla Hochschule für Musik di Stoccarda.
L’appuntamento a Barletta, sarà un’occasione per ascoltare pagine di musica classica quasi sconosciute e molto impegnative, non solo per l’ascoltatore, con un programma preparato per l’occasione, dedicato soprattutto a Bach.

Negli anni sono state numerose le esibizioni di Bahrami presso le maggiori istituzioni musicali italiane e tedesche: a gennaio l’eccezionale recital del pianista iraniano, grandissimo virtuoso del pianoforte, sarà presentato per la prima volta a Barletta, per un’unica serata veramente imperdibile. Il nome che ricorre più spesso nella vita di Ramin Bahrami è stato finora quello di Johann Sebastian Bach, musicista a cui il giovane pianista ha consacrato gran parte della sua attività concertistica.
Bahrami ha contribuito più di tutti a far conoscere l’opera di Bach attraverso i suoi studi e le sue esecuzioni: nel 1998 il successo ottenuto al debutto di Bahrami al Teatro Bellini di Catania fu tale che gli venne conferita la cittadinanza onoraria.

Il Teatro Curci è il luogo ideale per un concerto del genere, che libera da ogni pregiudizio umano e accoglie quel bisogno di “terrena” comunicazione sapientemente reso dall’autore con un linguaggio armonico vivo. Il coro si erge a simbolo delle voci umane. La struttura musicale consta di due motivi principali che vengono più volte ripetuti e che si ritrovano lungo tutta la letteratura musicale come spunto tematico di brani strumentali e come suggestione melodica in opere sinfoniche.

Come in un complesso gioco di specchi, le musiche ascoltate proietteranno in un continuo rimando tra passato e futuro, come a significare un presente immanente, con sempre protagonista la musica classica. L’occasione sarà quella giusta per immergersi in musiche poco note o addirittura dimenticate, e al tempo stesso ascoltare. Un appuntamento carico di emozioni, dopo il grande successo registrato durante le varie tappe del tour di Bahrami: molte di esse si sono concluse con il “tutto esaurito”.

Al Teatro Curci, molto suggestiva sarà la rappresentazione di “Die Kunst der Fugue”: la morte impedì a Bach di terminare la sua “Arte della Fuga” e così l’ultima “fuga” rimase incompiuta. Quest’opera ha suscitato numerosi miti dal momento della sua creazione e sollevato innumerevoli problemi.  Bahrami cercherà di far rivivere questa melodia, e sicuramente la suggestiva ambientazione del Teatro Curci, pregevole anche nell’acustica, ed un pubblico attento e rispettoso del luogo, favoriranno la buona riuscita della serata.

Per informazioni e vendita abbonamenti e biglietti:
Botteghino del Teatro Curci
Corso V. Emanuele, 71
Barletta
Ingresso a pagamento: da 15 a 35 €
Info: 0883.332456
Orari spettacoli: feriali ore 20.45 – festivi ore 18.00

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info {IMU_468_60}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *