Sagra de u caso e onguli a Minervino

Sagra de u caso e onguli a Minervino, 5 Maggio 2013, Minervino

Sagra de u caso e onguli a MinervinoL’allevamento di bovini e ovini rappresenta da sempre un’importante risorsa per le popolazioni della Puglia. Dal latte anche in passato si ottenevano formaggi e burro, dalla macellazione dei capi le poche proteine nobili di una dieta povera.
Le grandi distese della Puglia, punteggiate di oliveti secolari, rappresentano un mondo antico dove gli animali pascolano liberi nutrendosi delle mille erbe della macchia mediterranea che arricchiscono il latte di essenze ed aromi; ne nascono formaggi unici come il Canestrato e la Ricotta Marzotica, gemme di sapore apprezzate dai buongustai, che alla Sagra “de u caso e onguli” potranno essere gustate.

Il caciocavallo, il più famoso dei formaggi di questa terra, è stagionato in cantina un formaggio di fiasco panciuto, ottenuto dal latte delle vaccine, immerso in salamoia per 24-48 ore e poi stagionato: i più pregiati sono quelli di sapore piccante.
Il canestrato deriva il suo nome da una pratica che si protrae fin dai tempi antichi, cioè dal canestro di giunco in cui viene posto: allevatori e contadini pugliesi portavano il loro latte ai locali caseifici perché fosse lavorato e trasformato in prelibato formaggio. Si ottiene da latte ovino crudo di due mungiture. La stagionatura arriva fino a 10 mesi
La giuncata, ottenuta da latte misto ovino e caprino, veniva prodotta in piccole quantità per i bisogni famigliari e consumata subito. Il suo sapore delicato, fresco e di latte si adatta al consumo di chi cerca un alimento leggero e gustoso.

Queste e molte altre specialità potranno essere gustate in questa famosa sagra, che anno dopo anno richiama sempre più visitatori.
Purè di fave novelle, minestre di fave e cicoria, pasta con fave bianche, pasta con pesto di fave, purea di fave e carciofi, spadellata di scorze di fave, accompagneranno i deliziosi formaggi, insieme alla famosa zuppa cremosa a base di fave, un caratteristico piatto povero della cultura contadina pugliese, che anticamente veniva preparato spesso durante l’inverno accompagnato da pane raffermo o da verdure di campo.

Alla sagra “de u caso e onguli” si potrà gustare il famoso pecorino di Minervino, che qui si accompagna anche con il pesce: una spruzzata di pecorino non mancherà sulle specialità offerte alla sagra, nel ripieno di totani, sulle seppie al tegame e nelle cozze gratinate.
Oltre ai prodotti di punta del settore lattiero-caseario, a Minervino esistono altri formaggi storici, quali la burrata e la Ricotta Marzotica, oltre alle nuove specialità create dai caseifici, che incontrano sempre più il gusto dei consumatori alla ricerca di prodotti tipici genuini e naturali, vera espressione del territorio dal quale provengono.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *