Sagra del Pesce arrosto e fritto a Polignano

Luoghi isolati, carichi di storia, architetture severe e affascinanti, chiostri silenziosi, splendidi
panorami, la solitudine e il silenzio, la fragranza saporita della buona cucina, i prodotti del lavoro della terra: il turista in cerca delle prelibatezze belle e buoneincontra a Polignano il luogo ove scoprire tutte queste cose.
Polignano, all’inizio di agosto, regala la Sagra del pesce arrosto e fritto, arricchita come ogni anno da contrassegni spontanei e popolari, e da impianti organizzativi alla cui cura attendono comitati appositi di cittadini volenterosi.

La volontà di rilanciare l’immagine di una località già rinomata per il suo turismo balneare, e l’intento di promuovere la tipicità di un prodotto alimentare direttamente connesso alla pesca locale, fa della Sagra di Polignano, un evento particolarmente ambito dell’estate pugliese. Il pittoresco Vecchio porto naturale con la Punta del “Bastione Santo Stefano”, dove i pescatori arrivano con i loro bottini del mare, sarà il grande protagonista di questa sagra, insieme  all’ Arco della Vecchia Porta, entrata del borgo antico, dove si svolgerà la sagra.
Sorta in pieno periodo di boom economico, questa manifestazione si segnala attualmente come uno dei più rinomati appuntamenti fieristico-gastronomici dell’intera regione, nonchè come un valido veicolo pubblicitario con cui la cittadina intende dare impulso al proprio sistema produttivo locale, sia commerciale che vacanziero.

In piazza Vittorio Emanuele II, caratterizzata dall’antico orologio, verranno serviti gustosissimi pesci grigliati: la cottura alla griglia è un metodo di cottura naturale, che si può utilizzare tranquillamente all’aperto, per servire ai turisti pesce appena preparato: sulla griglia i pesci cuociono in ambiente asciutto, mantenendo il loro particolare sapore. Il pesce alla griglia è gustoso e digeribile, e a Polignano tipicamente non viene squamato, perché le scaglie proteggono la carne dal calore troppo intenso.
Ci saranno anche deliziosi pesci alla brace, che rimangono leggeri e dal profumo inconfondibile. I pesci a carne soda come il tonno della Puglia o quelli grandi come le orate pescate nello Ionio, o quelli tagliati a pezzi, daranno eccellenti risultati e saranno apprezzatissimi dai turisti. Verranno aggiunti aromi e spruzzate di vino bianco o brodo di pesce per rafforzare il profumo.
Infine, tutti sanno che poche sono le pietanze invitanti e irresistibili come una frittura di pesce dorata e croccante, apprezzatissima e gustosissima a Polignano. La frittura viene fatta sempre con pesci piccoli e quelli tagliati a piccoli pezzi, infarinati e passati nel pan grattato.

Queste categorie di sagre, tipiche soprattutto delle aree carenti di risorse agro-alimentari autoctone e povere di ricettari culinari tradizionali, ma tipiche anche di molti borghi satelliti di città più grandi e famose, sono spesso concepite con lo scopo di conferire un livello di maggiore visibilità a luoghi già provvisti di significative attrattive di tipo paesaggistico, storico-culturale, artistico-architettonico.
Il pesce offerto a Polignano sarà accompagnato dagli ottimi vini pugliesi, come l’Aleatico di Puglia, il Cacc’e mmitte di Lucera prodotto nella provincia di Foggia, il
DOC Castel del Monte, l’Alezio di Lecce.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *