Sagra della Ciliegia Ferrovia, di Turi

Il detto “una ciliegia tira l’altra” fa proprio al caso di tutti i golosi il 5 e il 6 giugno del 2012 vorranno partecipare alla Sagra della Ciliegia della Ferrovia di Turi:  a tutti è capitato di non riuscire più a fermarsi dal mangiare tutte le ciliegie quando ci si è trovati di fronte una ciotola piena zeppa, e a Turi si potrà fare.
Si ripete dunque  l’appuntamento annuale a Turi per gli estimatori delle ciliegie della qualità denominata “ferrovia”, le cui peculiarità sono così straordinarie da essere insignita a breve del marchio DOP.
A Turi molte sono le persone che con un impegno profuso nel corso della intera vita, hanno cercato di valorizzare e portare  in alto il nome di un prodotto che è sinonimo di questa terra.
La Ciliegia Ferrovia, secondo molti, si dovrebbe chiamare “Ciliegia Ferrovia di Turi” perchè questo nome immerge in un salto nel passato della bella cittadina pugliese e della sua tradizione.
Il presidente della Regione Puglia inaugurerà la sagra, alle 19,30 del 5 giugno.

Da Largo Marchesale a Largo Pozzi, si potranno assaggiare diverse varietà di ciliegie: la Ruvo, la Testa di Serpe, la Limone, la Masciarola, la Zucchero, la Forlì.
Proseguendo per Piazza Orlandi e Via xx Settembre, si troveranno gli stand con la famosa Ciliegia Ferrovia: la sua origine vine fatta risalire tra la fine degli anni ‘40 e gli inizi ‘50, quando il mercato si teneva sulla piazzetta vicino alla chiesa di San Giovanni e una ciliegia tutta nuova, grossa e dura, per la sua resistenza e bontà, poteva essere trasportata per i mercati del barese con il treno, che all’epoca era definito semplicemente “ferrovia”. Il territorio di Turi, grazie ad un suo particolare microclima, costituisce uno degli areali preferiti da questa coltura. La ciliegia costituisce, per la comunità di Turi un prodotto di pregio, grazie anche alle sue caratteristiche peculiari ad alta individuazione.

Venti gazebo di legno ospiteranno la vendita delle ciliegie offerte dalle aziende di commercializzazione. Presenti da sempre nella vegetazione europea allo stato selvatico, la coltivazione degli alberi da ciliegie ha avuto origine in Asia Minore e specificatamente a Cerasunte, città sul mar Nero, da cui il nome latino, specifico dell’albero da frutto: Cerasus.
Saranno tanti e gustosissimi i prodotti tipici che gli abitanti del centro storico, coinvolti nell’evento, presenteranno sui tavolini lungo le vie del borgo antico, e soprattutto ci saranno le ciliegie della Ferrovia, per le quali di recente è stato richiesto, come già accennato,  il marchio DOP, a garanzia della qualità del prodotto.
La qualità del prodotto è l’insieme delle caratteristiche che conferiscono allo stesso l’attitudine a soddisfare le attese del cliente, come da definizione;  oggi acquistando delle ciliegie, non si bada solo alle caratteristiche visive, ma si presta attenzione anche alla storia del prodotto, alle modalità con cui il prodotto stesso viene confezionato, al rispetto dei diritti umani e della sicurezza degli operatori  e al rispetto dell’ambiente. Tutte queste caratteristiche non possono essere garantite direttamente da un’azienda, motivo per cui, per le ottime ciliegie della Ferrovia di Turi, si vorrebbe una garanzia fornita da una parte terza, cioè l’ente di certificazione.

Si potranno gustare sciroppi, ciliegie con la panna, gelato di ciliegie, l’americana cheesecake di ciliegie, crostate di ciliegie, ciliegie sotto spirito, e naturalmente deliziose torte preparate con le ciliegie di Turi: la torta alle ciliegie della Ferrovia, è conosciutissima, l’impasto in particolare è molto burroso e rimane umido all’interno grazie anche alla presenza delle ciliegie di Turi che arricchiscono l’impasto stesso.
La sua preparazione inizia con il lavorare il burro con lo zucchero fino a creare una crema, a questa si aggiungono i tuorli, uno alla volta, e, successivamente la farina setacciata con il lievito, il sale e la scorza di limone. Per ultimi vanno aggiunti gli albumi montati a neve. Il segreto è sotituire una parte di farina 00 con la farina di mandorle, che rende la torta di ciliegie della Ferrovia ancora più gustosa.

Alla sagra è  affiancata la  Fiera nazionale delle ciliegie,  dove verranno presentate la Nera di Vignola, la Mora di Cazzano, la Dura di Verona, la Maiatica di Napoli, la Marostica di Marostica, e la Ciliegia della Ferrovia. L’evento richiamerà una folta presenza di visitatori provenienti da diverse parti della Puglia, che animeranno la cittadina di Turi

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *