Sagra della cuddura a Santa Cesarea Terme

6-4-2015 #sagracuddura #sagresalento

A Santa Cesarea Terme, nel cuore del Salento, si usa festeggiare il Lunedì dell’Angelo, detto anche lunedì di Pasqua oppure Pasquetta: è il giorno dopo la Pasqua e prende il nome dal fatto che in questo giorno si ricorda l’incontro dell’angelo con le donne giunte al sepolcro.

Sagra della cuddura a Santa Cesarea Terme

Originariamente dunque, in Salento si trattava di un tipo di festa religiosa del Cristianesimo, che celebrava l’incontro dell’angelo con le donne al sepolcro di Gesù, e anche l’apparizione di Gesù risorto ai due discepoli in cammino verso il villaggio di Emmaus, a pochi chilometri da Gerusalemme. Santa Cesarea Terme, offre a residenti e visitatori, nel giorno di Pasquetta, un tipico dolce Pasquale con uova sode, una sorta di pane dolce con le uova detto Cuddura, che ha come significato l’abbondanza.

Viene tradizionalemnte offerto in una sagra proprio il giorno in cui si festeggia la Pasquetta, in questa festività che non è né religiosa né patriottica, ma una festa ormai introdotta nel dopoguerra per rendere la vacanza di Pasqua più serena e gioiosa.
La giornata che allunga le festività pasquali in Salento si trascorre per tradizione in compagnia di parenti o amici, con una scampagnata, una rilassante gita con attività all’aperto o un tranquillo pic-nic. E l’occasione che Santa Cesarea offre appare semplicemente perfetta. Anche per il 2015 infatti verrà organizzata la tradizionale Sagra della Cuddura, in cui l’ingrediente base che è la farina, ha come auspicio di benedire la fertilità che è invece rappresentata dalle uova.

In passato il dolce della Cuddura veniva donato ai bambini nel periodo pasquale, ma nella cucina salentina si trovano ancora forti le tradizioni legate alla storia della stessa regione, dalle influenze messapiche a quelle romane. Queste prelibatezze si potranno gustare anche alla sagra della Cuddura, come per esempio la carne tradizionalmente carne di cacciagione per la cui cottura spesso si ricorre all’utilizzo di spiedi o cotture alla griglia per esaltarne maggiormente i sapori naturali. Anche nella produzione di pasta e pane a Santa Cesarea si ricorre a ricette tramandate di generazione in generazione come per la pasta lunga fatta in casa con acqua e farina condita con aglio, olio e peperoncino o anche con funghi, asparagi o aromi del Salento.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *