Sagra te la purpetta in Salento

A Monteroni di Lecce, nel cuore del Salento, è tipico alla fine di Maggio ritrovarsi in piazza e festeggiare un classico rito primaverile di molte famiglie del paese: la sagra della polpetta, questo delizioso e antichissimo cibo, in cui gli ingredienti utilizzati possono variare tantissimo: dalla carne ricavata dalle più pregiate parti del vitello, costose spezie e odori vari,  oppure avanzi impastati alla bell’e meglio, come accade ancora qualche volta nelle cucine salentine.
Nell’antico e suggestivo borgo di Monteroni, ricco di storia e di tradizioni, la sagra viene detta Sagra della Purpetta e gli obiettivi che la manifestazione ha finora raggiunto, e vuole ancora potenziare, sono, oltre a far conoscere questo delizioso cibo, quello di valorizzare le bellezze artistiche, culturali, naturali della cittadina stessa.
Certo non mancherà l’occasione di reclamizzare i prodotti locali, per modificare l’aspetto economico, sociale, culturale e turistico di Monteroni. In un paese dove raramente ci sono manifestazioni di tipo popolare, si potrà guardare con soddisfazione al lavoro svolto, perchè la popolazione di questa ridente cittadina del Salento è convinta e consapevole di poter offrire, non solo prodotti genuini tipici delle  contrade salentine, ma anche spensieratezza e divertimento.

Giunti a Monteroni, non si potrà non fare un giro alla Parrocchia dell’Assunta risalente al XVII secolo, e alla Chiesa Matrice del XV secolo, così come si dovrà ammirare il grandissimo e maestoso Palazzo Baronale. Ma in realtà a Monteroni spiccano le magnifiche ville come la sontuosa dimora detta Villa Cirulli nelle campagne di Monteroni, o la magnifica Villa Saetta di proprietà dei Lopez Y Royo, o la deliziosa Villa Casina, o l’elegantissima Villa Pasca.

La sagra “te la purpetta” ripropone, tra tutte queste bellezze artistiche,  quel rito che un tempo era esclusivamente familiare estendendolo in piazza: la festa gastronomica di prodotti esclusivamente “di casa” è un ritrovo per degustare polpette e polpettoni, le cui prime tracce in Salento risalgono al Quattrocento, e che hanno conosciuto nei secoli un successo indiscusso anche se, in un così ampio arco di tempo, hanno mutato più volte composizione, cottura, presentazione.

Il buon vino locale, la musica folkloristica e gli immancabili falò hanno sempre aiutato a movimentare una magnifica serata primaverile dal sapore agreste, che richiama ogni anno moltissimi curiosi e soprattutto golosi della polpetta.
Si potranno gustare le Polpette piene, le Polpette fritte in baffetta, le Polpette in sapore, le Polpette di carne in tiella, e tante altre varietà tipiche di Monterone.
Le polpette in sapore, che si potranno gustare negli stand insieme ad altre pietanze locali, vengono prima fritte quindi cotte in abbondante brodo che, lasciato consumare, viene ridotto a una salsa con l’aggiunta di uva passa, pane raffermo, prezzemolo, aceto, miele, pepe, cannella, zenzero, zafferano e chiodi di garofano.
Nelle polpette in tiella, le fette di carne sono marinate in aceto e pepe prima di essere farcite con prezzemolo, finocchio, erbe odorose, uva passa, il tutto legato con due tuorli d’uovo, cotte alternativamente sullo spiedo, in tegame con sugo di aranci o fritte dopo essere state infarinate.

Le polpette dunque verranno presentate in sagra con molteplici varianti, in sinergia con tanti prodotti locali, a partire dal vino, dall’olio di oliva e dai formaggi.
Alla sagra largo spazio sarà dato anche all’artigianato locale, agli usi e costumi del territorio, al recupero delle antiche tradizioni popolari, con intrattenimenti in musica, visite guidate, danze, in un viaggio tra folclore e antichi sapori e sapori del salento.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *