Sagra te lu paniri de le site, la melograna di Palmariggi

dal 11-10-2013, al 13-10-2013, #Salento #Sagra

“Paniri e site” è fiera che il 13 Ottobre 2013 (la seconda domenica del mese di Ottobre) rappresenta l’aspetto originario di questo appuntamento annuale: la melagrana è il frutto cui è titolatala Fiera, ed è anche il frutto caratteristico di Palmariggi.

Sagra te lu paniri de le site, la melograna di PalmariggiLe melagrane in Puglia si trovano in natura da settembre a dicembre, ma il periodo migliore per mangiarle è il mese di ottobre. La tradizione gastronomica della melagrana in Salento si è ormai persa nel tempo; nasce già con i Romani ma il frutto, considerato anticamente il re dell’orto (per la presenza del picciolo a forma di corona), viene di nuovo apprezzato solo nel Medioevo. Si utilizzavano i suoi grani interi per preparare ripieni, soprattutto per le carni, e si spremeva il succo sia per preparare salse e sughi che come sostituto dell’aceto. Veniva inoltre utilizzato per aromatizzare il vino.

Anche a Palmariggi questo frutto ha un significato antico: scavando nel cuore del Salento più arcaico, si rintraccia una fitta rete si significati che nel corso dei secoli passati sono stati assegnati al melograno e ai suoi frutti. Il significato più famoso, che ruota attorno a miti, culture e leggende, risiede nei concetti di fertilità, fecondità, ricchezza e abbondanza.

Ecco i motivi per cui Palmariggi dedica un’intera sagra a questo frutto così antico e prestigioso. L’organizzazione della Sagra “te lu paniri de le site” viene curata dall’Associazione “Lu paniri te e site”, composta da oltre cento soci e costituita appositamente per questa manifestazione. In occasione della fiera viene stampato un giornale locale a numero unico, che illustra anno dopo anno quanto di meglio si è fatto. Atteso impazientemente da tutta la gente del luogo, viene distribuito nella mattina della domenica e narra anche delle caratteristiche del melograno.
Nell’antica Grecia, la pianta era sacra a Giunone e a Venere. La tradizione narra che il suo succo sia il sangue del dio Dioniso, lo stesso dio che veniva venerato con le danze della pizzica salentina.
E a ritmo della pizzica, tra piazze e vie, la sagra si protrarrà  dall’11 al 13 Ottobre, richiamando come sempre numerosi visitatori.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *