Salento: Congresso nazionale dell’Associazione nazionale Sommelier.

Sarà la Puglia, ed in particolare il Salento, ad ospitare quest’anno il 45esimo Congresso Nazionale dell’Associazione nazionale Sommelier, che è stato presentato alla Fiera del Levante dall’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Dario Stefàno, e da Vito Sante Cecere, presidente dell’Ais (Associazione Italiana Sommelier) Puglia.
L’Ais ha scelto il Salento, quest’anno come teatro del Congresso, ma l’evento non resterà circoscritto al solo Salento grazie all’organizzazione di una capillare rete di navette da tutte le principali città della regione:  così da Bari, Taranto, Foggia, Andria, Lecce, Barletta, e paesi limitrofi verranno organizzati trasporti appositi per permettere a tutti di godere di una manifestazione di tale portata nazionale ed internazionale.
Infatti in questa edizione del Congresso, saranno presenti  anche rappresentanti stranieri: il vino pugliese sarà al centro dell’attenzione mondiale. Nella terra del vino, parlare di un vino legato strettamente ai territori di produzione è un’ottima scelta, perché vengono apprezzati moltissimi quei vini dalla forte connessione con i contesti produttivi. E’ la storia, prima ancora della perfezione tecnica, a far brezza sugli appassionati. Dal Negramaro del Salento  al  Primitivo della Murgia, dal  Nero di Troia della Daunia e del Nord Barese, ai bianchi della Valle d’Itria , sono i vini che “parlano” il dialetto pugliese che raccontano la storia del loro paese e che vengono maggiormente venduti.

La promozione di prodotti di qualità è un’ottima “carata da giocare” per il futuro dell’agricoltura e del turismo pugliese,  soprattutto del mondo del vino dove si potrà trovare un gusto diverso per ogni palato ed un vitigno diverso in ogni territorio.
In un percorso di visite guidate dal 6 al 9 ottobre 2011, i congressisti potranno godere della bellezza della Puglia, recarsi nelle cantine del Salento per conoscere i produttori e i territori del vino, partecipare alle visite ai vigneti, agli impianti e alle bottaie, seguire le degustazioni guidate dei vini, le verticali delle migliori etichette o i minicorsi organizzati per l’occasione, e infine assaggiare un rosso doc come il  Cappellaccio Castel del monte Aglianico  o abbinare un gustoso piatto di verdure in pinzimonio con un bianco morbido  e leggermente profumato.
Inoltre verrà promossa una campagna di educazione all’enologia, in modo da insegnare ai giovani come prendere solo gli aspetti positivi dell’alcool ed evitarne i rischi.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *