San Foca

Una volta piccolo villaggio di pescatori oggi San Foca è diventata una località turistica altamente apprezzata sia per il suggestivo lungomare della cittadine che per le belle spiagge che si estendono ai due lati, a nord ed a sud del porto.

A 25 chilometri da Lecce San Foca è la meta ideale per una vacanza nel Salento, per il bel litorale che per le possibilità di alloggiamento e pernottamento che offre, l’interessante entroterra ricco di uliveti e di siti archeologici dove si possono visitare i resti di antiche costruzioni risalenti al neolitico, i famosi dolmen.

L’antica attività della pesca e tuttora molto fiorente ed è notevolmente interessante e gradevole, al mattino preso o all’imbrunire passare al porticciolo per osservare il lavorio dei pescatori, seduti per terra con le reti tra le gambe intenti alla riparazione degli strappi e dei buchi, da loro, al mattino è anche possibile acquistare direttamente il pesce appena pescato. Sebbene sia una località turistica la cui fama sta crescendo nella cittadina si respira ancora quella piacevole atmosfera di genuinità e semplicità che in altre cittadine si è andata un po’ perdendo.

Da pochi anni è in funzione un porto moderno per le imbarcazioni da diporto, il che fa si che gli appassionati di vela ne hanno fatto una delle loro mete. Al porto inoltre è possibile trovare delle ottime proposte di escursioni in barca, corsi di vela, e spedizioni subacquee.

Le spiagge si estendono verso nord e verso sud separate dall’area del porto, la Spiaggia degli Aranci e la Spiaggia dei Briganti sono quelle più note e frequentate, debitamente attrezzate di sdraio ed ombrelloni, ma ce ne sono altre dove si può restare a crogiolarsi nel sole e farsi delle belle nuotate leggermente discosti dalla folla. Oltre alle spiagge sul litorale ci sono anche tratti rocciosi, e, a nuoto, si possono raggiungere alcuni piacevoli isolotti appena di fronte alla baia, incontaminati. I fondali riservano diversi tratti ammirevoli, soprattutto nella zona a ridosso del tratto di costa roccioso.

A dominare la baia ed il porticciolo la torre di guardia cinquecentesca, Torre di San Foca, che svetta dalla scogliera, ricordo di quando le coste pugliesi erano flagellate dalla minaccia dei pirati, saraceni e turchi che arrivavano dal mare. Oggi la torre, totalmente ristrutturata è sede della pro-loco.

Interessante la Grotta degli Amanti nella zona della scogliera, chiamata così per una vicenda leggendaria che narra la storia di due giovani amanti che qui trovarono la morte sorpresi dalla marea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *