San Giovanni a Patu’ nella tradizione contadina

San Giovanni a Patu’ nella tradizione contadina, dal 23-6-2013 al 24-6-2013, Patù

San Giovanni a Patu' nella tradizione contadinaLa bella Chiesa di San Giovanni Battista a Patù, è una delle protagoniste di questa sentita festa religiosa e sociale: è un edifico del X secolo, con tre capienti navate divise da pilastri. E’ da qui che parte la processione in onore di San Giovanni, il 23 Giugno, oggi seguita da una miriade di fedeli, mentre un tempo era tipica delle popolazioni contadine del luogo.
Fino a poche generazioni fa, il calendario religioso scandiva tutta la vita civile e indicava i periodi più adatti per le più importanti attività lavorative e sociali a Patù: tutto era previsto, esistevano perfino dei periodi in cui non si celebravano neppure i matrimoni.
La fine del mese di giugno era dedicato alla mietitura: prima che le luci dell’alba giungessero, i contadini erano già nei campi, per dar inizio al meraviglioso rito della mietitura. Gli uomini chini nel dorato mare di spighe, non si vedevano nemmeno; i mietitori formavano grossi covoni che legavano servendosi di un filo d’erba e altri uomini caricavano i covoni sui muli, legandoli con le corde, e li trasportavano sull’aia.
A fine giugno la mietitura coincideva con la festa di San Giovanni e in quella notte gli uomini si svegliavano tra la rugiada, caduta nella notte sull’aia dove essi avevano dormito. Raccogliere la brina era simbolo di buon augurio, da dedicare a San Giovanni per assicurarsi il raccolto successivo.

Oggi a Patù il Battista è ancora considerato un santo potente e dispensatore di grazie; la Festa di San Giovanni coincide anche con il periodo in cui si formano gli zuccheri nel chicco d’uva.
E vino e altri prodotti tipici a base di grano sono i protagonisti della parte culinaria della fiera che si svolge nel centro storico, a due passi dal magnifico Castello. Il 24 Giugno infatti, si aprono i battenti della splendida fiera di Patù la quale mette direttamente in contatto i produttori agricoli locali ed i consumatori senza alcun intermediario. La vendita diretta dei prodotti viene effettuata con prezzi controllati e garantendo la genuinità e la freschezza dei prodotti.
La Fiera di Patù è l’occasione per ritrovare i gusti ed i sapori della propria terra, rispettando la stagionalità delle produzioni e l’ambiente attraverso prodotti a chilometro zero provenienti esclusivamente da aziende agricole del Salento.
Ovviamente si troveranno anche stand dedicati all’artigianato locale, in cui i maggiori maestri artigiani del Salento avranno uno spazio privilegiato dove tradizione e innovazione si fondono nella creazione di opere di straordinario valore artigianale. Da Patù passano ogni anno i mestieri delle antiche botteghe salentine, le arti perdute che si riscoprono attraversando le vie della Fiera di Patù.
Non mancheranno stand dedicati ai prodotti per l’agricoltura, alla meccanica agraria, all’edilizia rurale, stand di vivaistica e sementi e attrezzature zootecniche.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *