San Luigi a Parabita e il Convento degli Alcantarini

San Luigi a Parabita e il Convento degli Alcantarini, dal 20-6-2013 al 21-6-2013, Parabita

San Luigi a Parabita e il Convento degli AlcantariniParabita festeggia San Luigi in modo particolare: dalla chiesa del SS. Crocefisso, la sera del 20 Giugno parte una suggestiva processione che da via San Pasquale percorrerà Via Kennedy e le vie adiacenti, per poi giungere presso Via Adige e proseguire verso via Alighieri e far ritorno alla Chiesa.
All’uscita del Santo, una fiaccolata contornerà la costruzione religiosa,
costruita dai Frati Minori Scalzi Alcantarini.
Gli Alcantarini erano i membri di una congregazione religiosa Francescana nata in Spagna nella prima meta del XVI secolo: giunti a Parabita nel 1731, fondarono questa chiesetta nota oggi come chiesa di San Pasquale. Adiacente alla chiesa vi è il convento costruito dai frati, rispecchiante il loro modo di intendere la fede, impostato sulla privazione e mortificazione.

La devozione per San Luigi, è perfettamente consona col modo di intendere la fede degli Alcantarini: Luigi, primogenito del marchese di Mantova, Ferrante Gonzaga, nacque a Castiglione nel 1568, e mentre inizialmente era un ragazzo vivace, impaziente, senza complessi, imparò presto ad orientare la sua vita a Dio. Molti pittori lo hanno ritratto ricco di trine, pizzi e merletti, ma divenne un fedele servo del Signore abbandonando ogni ricchezza e dedicandosi ai poveri e ai malati, con privazioni e mortificazioni per neutralizzare gli influssi maligni.
Per salvaguardare il suo voto, Luigi si sottoponeva a severe penitenze: oltre a cibarsi poco, sottoponeva il suo corpo a numerose mortificazioni. Si flagellava così severamente che le lacrime erano miste al sangue scorso dalle ferite profonde.
In un periodo storico in cui lo sfarzo, misto alla mondanità, stava adescando molti giovani insospettabili nella trappola del vizio e dell’impurità, al prezzo del deterioramento delle proprie anime, San Luigi si distinse.
Già nella sua infanzia Luigi dimostrò interesse per i bisognosi, e spesso
accompagnava sua madre in chiesa, dove veniva visto inginocchiarsi ed invocare i nomi di Gesù e Maria.

Il convento degli Alcantarini, dove viene celebrata la festa di san Luigi a Parabita, si mostra semplice nelle forme e nelle strutture portanti, con all’interno umilissimi giacigli. Quindi la festa in onore di San Luigi, caratterizzata da spirito di rinuncia e mortificazione come sofferenza volontaria, è sentita in modo particolare a Parabita. L’abnegazione a cui è dedicata questa santa festa, non richiede che uno si privi di tutto, come spiegano gli Alcantarini, ma che in essa si ricerchi sé stessi.

Per informazioni:
Chiesa del S.S. Crocefisso
Parabita
Via San Pasquale, 55

Dalla Rubri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *