San Vito dei Normanni

San Vito dei Normanni è conosciuta principalmente per il tradizionale culto del tarantismo, che affonda le sue radici in antichi riti pagani e cristiani che volevano che chi fosse stato morso dalla tarantola, un ragno comune nella campagna pugliese, sarebbe stato colpito da feroci attacchi di isteria che si potevano guarire solo grazie alla danza sfrenata.

La cittadina conserva nel bel centro storico interessanti chiese soprattutto del settecento, tra le quali San Giovanni Evangelista, Santa Maria degli Angeli e Santa Maria della Mercede, e, nei dintorni alcuni suggestivi esempi delle cripte che i primi cristiani scavavano ed utilizzavano come luoghi di culto. La cripta di San Biagio è quella più conosciuta per via degli interessanti affreschi votivi dipinti sulle pareti, ma anche le altre non sono da trascurare, sebbene meno ricche di decorazioni all’interno: Cripta di San Nicola, La cripta di Santa Maria di San Giacomo al casale, la cripta di San Giovanni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *