Sant’Antonio da Padova festeggiato a Galatina

Sant’Antonio da Padova festeggiato a Galatina, 13-6-2013, Galatina

Sant'Antonio da Padova festeggiato a GalatinaNella tradizione religiosa di Galatina, la festa di San t’Antonio è quella che, più delle altre, lega i sentimenti di devozione alla vita degli uomini. La fede qui si fa rito propiziatorio, e ad essa si affida ogni ambito delle umane attività: il lavoro, gli affetti, la salute, le relazioni tra uomini e quelli tra comunità.
Nella Basilica di Santa Caterina d’Alessandria, risalente alla fine del XIV secolo, e che per vastità dei cicli pittorici è seconda solo alla Basilica di San Francesco d’Assisi, è ubicato un meraviglioso affresco raffigurante Sant’Antonio Abate, che porta la firma di Francesco D’Arezzo, giunto nella cittadina all’ inizio del 1400 insieme ad altri artisti di scuola giottesca e senese, per rifare interamente gli affreschi della Basilica. Esso viene riempito dai fiori portati dalla gente di Galatina in segno di devozione, nella giornata del 13 Giugno.

Questa popolare festa religiosa a Galatina è principalmente, fenomeno antropologico, con caratteristiche diverse e con manifestazioni di fede comunque tutte ispirate all’ancestrale culto del santo. Molte sembrano essere le leggende che si raccontano, riguardanti gli infiniti prodigi attribuiti a sant’Antonio, negli anni che seguirono la costruzione della sua Basilica a Padova.
Numerose sono le Confraternite antoniane in Puglia, come a Foggia (Pia Unione Gioventù Antoniana), a Molfetta (Confraternita di S. Antonio di Padova), a Bitetto (Pia Unione Antoniana), ma soprattutto a Galatina si possono vedere le espressioni di questa devozione religiosa dispiegarsi nelle sue diverse peculiarità: qui la festa di Sant’Antonio non è solo un momento di straordinaria e teatrale religiosità ma è la rappresentazione della civiltà contadina, delle sue genti, dei suoi riti, dei suoi costumi, delle sue tradizioni.

In Piazzetta Orsini, il caratteristico spettacolo della musica popolare metterà le generazioni a confronto sotto la guida di Maestri locali, tra composizioni originali e brani tradizionali riarrangiati. A fianco alle numerose composizioni ci saranno momenti in cui emergeranno colori e sfaccettature dei singoli musicisti, dal jazz alla musica nord europea, dalle melodie popolari a quelle tipiche del salento come la pizzica e la taranta.

Stand con prelibatezze culinarie, con assaggi, degustazioni e vendita di prodotti gastronomici tipici e avvincenti prove di ‘show cooking’, affolleranno Piazzetta Orsini, per la gioia dei palati dei visitatori più esigenti, e al termine, l’eccezionale spettacolo dei fuochi pirotecnici.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *