Seclì

Seclì è forse uno dei più piccoli paesi paesi della provincia di Lecce, a poca distanza da Galatone e Neviano.

Chiesa seclì

Di economia prevalentemente agricola è uno di quei centri, comuni in tutto il Salento, che, probabilmente su precedenti insediamenti prima greci e poi romani durante l’epoca medievale si popoleranno notevolmente. nel caso di Seclì ciò avverrà a seguito di un conflitto tra le due città di Galatone e Folciniano, che finirà con la sconfitta della seconda, i cui abitanti si insedieranno proprio dove oggi sorge Seclì. La sua storia successiva è anch’essa tipica del destino di molte città del Salento e di tutta l’italia meridionale. Diventerà infatti un feudo e nel corso dei secoli cambierà spesso proprietario, ciò fino al momento in cui, nel corso dell’800 la feudalità verrà abolita.

Sebbene sia una cittadina molto piccola, merita che ci si trascorra una giornata almeno soprattutto per i molti monumenti di epoca cinquecentesca che si trovano in paese.

Il Palazzo Ducale, per esempio sorto come fortificazione durante il ‘500 ed in seguito più volte rimaneggiato per trasformarlo da mero edificio difensivo a dimora dei nobili proprietari del territorio circostante.

Anche la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, la Chiesa Madre, è molto piacevole da vedere, ed è uno dei più eleganti esempi dello stile in voga nel ‘500 che oggi viene chiamato catalano – durazzesco. All’interno due altari di cui uno settecentesco. Sulla strada per Galatone – Neviano si trova invece la Chiesa e Convento di Sant’antonio da Padova, anch’esso edificio cinquecentesco, in cui si può ammirare il chiostro e qualche traccia di affreschi.

2 pensieri su “Seclì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *