Section 1, mostra di Carlo Colli per Premio Ora

Section 1, mostra di Carlo Colli per Premio Ora, dal 13-6-2013 al 13-7-2013, Bari

Section 1, mostra di Carlo Colli per Premio Ora

La galleria Artcore di Bari presenta il lavoro dell’artista selezionato in occasione della seconda edizione del “Premio Ora”: Carlo Colli.
Il lavoro di Colli è il risultato di una ricerca che ha inizio da una riflessione su quanto concetti come, mobilità, precarietà, ridimensionamento e smaterializzazione abbiano inciso sulla società contemporanea; “Section#1” è il titolo di questa personale, vinta attraverso una open call e una selezione tra più di 100 artisti partecipanti.
Di Colli, spiccano le scansioni geometriche in bianco e nero, in cui la carta ripiegata su se stessa diventa opera tridimensionale, e i segni di quella piegatura vengono sottolineati da nette righe nere. La piega, sembra deturpare la verginità della carta, ma con la solo finalità di ridurne le dimensioni, instaurando una nuova possibile indagine di relazione tra la realtà bidimensionale e quella tridimensionale delle cose.

Il “Premio Ora” di cui Colli è risultato vincitore per la galleria Artcore, è nato per offrire opportunità solide all’interno del sistema dell’arte italiano e per creare contatti reali e concreti tra gli artisti e alcune delle gallerie più attive su tutto il suolo nazionale. Una giuria di ben 40 gallerie e 10 curatori, ha valutato tutte le opere iscritte e ogni galleria ha scelto un artista a cui sè stata dedicata una mostra personale nei suoi spazi.
Fin dal 2012 era decollato il Premio Ora International, per il quale 10 gallerie da tutto il mondo avevano messo in palio 10 mostre personali a New York , Boston, Mosca, Marrakech, Buenos Aires, Hong Kong, Nizza, Barcellona e Amsterdam.

Originario della Sicilia, Colli si è formato nel ’91 all’Accademia delle belle Arti di Firenze dove attualmente vive e lavora. Il suo è un lavoro seriale che gioca con le dimensioni e con le linee trasformandole in rigidi intrecci o labirinti visivi in cui l’occhio si perde in un groviglio.
Il senso che viene dato alle cose, quindi, è precario, soprattutto in un’epoca contemporanea dove la velocità delle azioni si abbina a una velocità di cambiamento di prospettive, a un adattamento forzato a nuove impellenti esigenze e alla ridefinizione di valori, idee, posizioni. Persino le cose più stabili, le architetture, le costruzioni, perdono di “fermezza” e incorrono in continue ridefinizioni. Le strisce nere di Carlo Colli che ne marcano i contorni, cercano in qualche modo di ricordare l’esistenza di una forma che fa da punto zero, senza pretendere di fermare la macchina divoratrice della contemporaneità.

Per info:
ARTcore Gallery
via De Giosa 48, 1°piano
Bari (BA)
Tel. 080 9645299

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *