Seminario a Castrignano, Da rifiuto a risorsa

Seminario a Castrignano, Da rifiuto a risorsa, 7-2-2013, ore 17.30, Castrignano dei Greci
La ricerca del “nuovo” è diventato un accreditato punto di riferimento per lo sviluppo.
Questo successo si è concentrato nell’allargare i campi di sperimentazione e ha dato vita sempre a nuovi prodotti, ma ha però relegato a un ambito tecnico tutte le
problematiche inerenti l’utilizzo delle materie prime, dell’energia e dello smaltimento degli scarti di produzione.
Il 7 febbraio a Castrignano dei Greci nella sala Conferenze del Castello De Gualtieris, si terrà un interessante dibattito dal titolo “Da rifiuto a risorsa”: la tematica di trasformare gli scarti in risorse, deve far parte integrante del processo progettuale, in modo da sviluppare la conoscenza di produzioni che sappiano individuare le modalità corrette di utilizzo di risorse ed energia, e non esserne poste all’esterno. Mentre sin’ora si è prestata attenzione alle quantità e qualità delle materie prime, e alle
loro caratteristiche, per il futuro dell’umanità sarà altrettanto interessante ed
essenziale focalizzare l’attenzione non solo su quanto può entrare in un sistema ma soprattutto su quanto ne potrà uscire.

Il Dottore Agronomo Rosario Centonze, Segretario della Federazione Regionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e Forestali di Puglia, e coordinatore regionale Puglia e Molise dell’organismo di controllo Bios, terrà questa affascinante conferenza, la quale farà nascere un progetto più allargato, molto interessante e complesso, che abbraccerà tutta la filiera produttiva, con le problematiche inerenti gli scarti di lavorazione
poste sullo stesso livello degli approvvigionamenti e degli utilizzi delle materie prime.

Il seminario “Da rifiuti a risorsa” è organizzato dal Centro Internazionale
di Cooperazione Culturale (CICC), e farà comprendere che l’approccio del mondo produttivo dovrà cambiare e non sarà più un agire lineare, ma un procedere per interconnessioni, attingendo soluzioni da una nuova cultura veramente interdisciplinare, che interessa numerosi settori, dalla meccanica alla biomedicina, all’urbanistica e al design.
Occorre reagire in modo coerente e integrato con un’ampia gamma di strategie, per affrontare le previste limitazioni di risorse e per sostenere la prosperità a lungo termine; per esempio è necessario avere una conoscenza più approfondita dei rifiuti, e sicuramente andrebbe meglio gestito il monitoraggio.
Entro il 2020 i rifiuti arriveranno a essere gestiti come una risorsa.
I rifiuti diventeranno una vera risorsa solo però se si hanno le tecnologie per
poterli trattare nel modo corretto e se verranno sviluppate sinergie che coinvolgono più utenti nel processo di riutilizzo. Oggi, di solito, i rifiuti vengono bruciati negli inceneritori per ricavarne energia; ma è possibile riutilizzare le materie prime per ottenere un vantaggio economico e ambientale molto superiore. Per creare questo ciclo virtuoso, come verrà spiegato nell’ambito di questo semirario, è necessaria una visione assolutamente complessiva, del processo di produzione.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *