Senza Titolo Tour, Luca Carboni a Lecce

Senza Titolo Tour, Luca Carboni a Lecce, 13-12-2012, ore 22.00, Lecce

Il 13 settembre 2011 è uscito il nuovo album di Luca Carboni, “Senza Titolo”, che è anche il nome della tourné cominciata fin dall’estate 2012, e che ora sta proseguendo in tutti i teatri maggiori d’Italia.

“Senza titolo”, registrato negli studi Fonoprint di Bologna, è scritto interamente da Carboni e segna il ritorno della collaborazione con il produttore artistico Mauro Malavasi, che aveva già lavorato ai dischi “Carboni” (1992), “Mondo” (1995) e “Carovana” (1998).
Si tratta dell’undicesimo album di inediti di Carboni, un album che parla di famiglia e amore, storie di provincia in parallelo tra gli anni ’80 e il presente. Esce a 5 anni dall’ultimo disco di inediti, “…Le Band Si Sciolgono” (2006), e a 2 anni di distanza dalla pubblicazione di “Musiche Ribelli” (2009), l’omaggio ai grandi cantautori italiani degli anni ’70.
“Senza Titolo” è composto da 10 nuove tracce più un bonus track dal titolo “Il Fiume”, e ha già venduto migliaia di copie, oltre che essere il vero spettacolo del tour di Carboni: due ore di live insieme ad Antonello Giorgi (batteria e cajon), Ignazio Orlando (basso), Mauro Patelli (chitarra), Vincenzo Pastano (chitarra) e Fulvio Ferrari (tastiere).

L’ ultimo singolo uscito in radio “Cazzo Che Bello L’Amore”, il secondo dell’album, sta già riscuotendo successi: un brano elettronico e dalla sonorità molto grezza che fotografa con ironia il momento della scintilla, l’attimo esatto in cui si viene folgorati, travolti e convertiti dall’amore. Questo album Luca Carboni vorrebbe farlo conoscere ancora di più: non essendo partito fortissimo ha, secondo il cantautore, ancora un margine di miglioramento.
Questi concerti di Carbone innanzi alle nuove generazioni, lentamente va a riascoltarsi tutta la musica prodotta da Carboni.
Il confronto con le nuove generazioni sembra infatti essere il nuovo orizzonte di Carboni che proprio in quest’ultimo lavoro sembra aver assorbito anche molte sonorità e basi ritmiche dell’ultimo decennio pop.

Luca Carboni ha una lunga storia artistica; a 14 anni con alcuni amici del quartiere fondò i Teobaldi Rock, cimentandosi con la scrittura di materiale inedito e componendo le prime canzoni. La gavetta fu la stessa di tutte le giovani band: tanto live negli spazi cittadini aperti fino al 1980 quando la band incide un 45 giri con le canzoni “Odore d’inverno” e “L.N.”. La band si sciolse e in Carboni avvenne la mutazione in cantante solista: i testi lasciati all’osteria “da Vito” (popolare ritrovo bolognese di cantautori, artisti e universitari) vennero letti da Lucio Dalla e soprattutto dagli Stadio, che inserirono nel loro primo album il suo brano “Navigando controvento”.

Luca Carboni divenne uno degli autori prediletti degli Stadio e debuttò come cantautore con l’album “Intanto Dustin Hoffman non sbaglia un film” (marzo 1984) che vendette più di 30 mila copie; ma già l’album “Luca Carboni” del 1987 vendette 700 mila copie, resistendo ininterrottamente per cinque mesi in testa alla classifica, trainato da due autentici inni intergenerazionali come “Silvia lo sai” e “Farfallina”.

A Lecce il concerto sarà aperto da due canzoni simbolo: la tenera “Silvia lo sai” che parla di amicizia e amori adolescenziali che si dissolvono nelle trappole della droga, e “Farfallina” caratterizzata dal grido d’aiuto “Ho bisogno di affetto!”, e che mostra da sempre un linguaggio più ispirato, trasgressivamente romantico, semplice e leggero rispetto alla canzone d’autore tradizionale. Per i classsici, fra le canzoni più significative canterà il pezzo “Primavera” e “Te che non so chi sei” sui dubbi, incertezze e fragilità di ogni persona. Infine il Politeama Greco si riempirà delle note di hit come “Ci vuole un fisico bestiale” e “Mare mare”.
La tournée di Luca Carboni dell’inverno del 2012, richiama grandi folle entusiaste ai suoi concerti: la maturità in Carboni non è più soltanto musicale, ma anche intima e spirituale quasi come aprire una finestra nuova cercando un contatto con le proprie radici familiari.

Luca Carboni spesso rifiuta il ruolo della popstar, anche se la sua ascesa, da quando è cominciata, è stata inarrestabile: l’idea di comunicare concetti profondi con un linguaggio semplice, essenziale e leggero, attraverso una forma d’espressione popolare e al tempo stesso originale per il suo minimalismo, è stata da sempre un’idea vincente.
Contrario a ogni forma di “razzismo musicale”, Carboni ha sempre rifiutato di essere imprigionato in un’unica categoria, sentendosi libero di spaziare fra più generi, e gli steccati artistici vengono definitivamente abbattuti grazie a quest’ultima emozionante tournée che sta già riscuotendo uno straordinario successo di pubblico.

Per info:
Teatro Politeama Greco
Via XXV Luglio, 30 – Lecce
Tel. 0832 242000

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *