Somalento, con gli asini in Salento

Il Salento è una terra dalla posizione dominante, con una vista a 360° tra mare, dolci campagne, cielo blu e cannocchiali verso le più splendide città d’arte. Molte località hanno  subito una trasformazione negli ultimi anni a causa del turismo di massa, diventando un complesso di estremo lusso seppur nel rispetto della più radicata tradizione salentina, che si distingue per il suo panorama di rara bellezza.

Ma un meraviglioso viaggio in Salento da compiere a piedi, ognuno con la propria tenda e il proprio sacco a pelo, restituirà quel senso di libertà e di natura; si camminerà tra un paesaggio misto di macchia mediterranea, uliveti, vigneti ed una campagna lavorata con maestria, tra dolmen e menhir, nel mese più bello, quello di  aprile. Di fronte ci sarà sempre la vista aperta sul mare, con lo svelarsi all’orizzonte delle coste e nelle giornate più limpide, quando il maestrale fa da padrone, anche delle coste lontane dell’Albania e delle spiagge selvagge. Questo suggestivo panorama è godibile solo attraverso passeggiate a piedi lungo i percorsi naturalistici organizzati per il tour: uno zaino leggero sulle spalle, bagaglio pesante trasportato dagli asini a seguito, su un percorso di circa 100 km da percorrere in vari giorni, su carreggiate larghe, tratturi, tratti di morbida spiaggia e suggestive stradine di campagna, con pranzi a sacco da consumare in autonomia, e cene offerte dalle strutture d’appoggio.

Da Lecce a Santa Maria di Leuca attraverso la semplicità di un percorso pianeggiante, la partenza è prevista con gli asini il 21 Aprile 2012 da San Donato, in particolare dalla Masseria La Corte Naturale, sulla Statale Lecce-Galatina km 7, alle ore 9.00, ove si procederà tra muretti a secco e antiche pajare; si percorrerenno 15 Km fino a Calimera.
Il programma prevede per il 22 Aprile trekking con gli asini fino a Frassanito, tra carreggiate e piccole strade vicinali che creano una rete camminabile dal fascino desueto e senza tempo. Nei coltivi a olivo e agrumeti spiccano ancora le tipiche costruzioni antiche. Si pernotterà in tenda, ed è prevista anche una lezione di cucina salentina.
Il 23 Aprile si percorrerà il “Sentiero delle due sorelle” lungo la costa da Frassanito a Torre dell’Orso, senza asini, con un itinerario da percorrere a piedi a ridosso delle baie e delle scogliere a nord di Otranto e a est di Lecce. Il percorso di circa 10 km andata e ritorno percorre alcuni punti di straordinaria bellezza e di importanza ambientale notevole; tra falesie a picco sul mare e una macchia mediterranea a ridosso delle spiagge. In serata a Frasannito si preparerà pesce fresco sul fuoco.
Il 24 Aprile, sui parte sempre da Frasannito per giungere fino ad Otranto, percorrendo la lunga spiaggia della baia dei Turchi, fino al campeggio l’Idrusa, posizionato al margine del centro storico a pochi metri dal bastione del castello.
Il 25 Aprile si parte, per una tappa di km 10, verso Porto Badisco, camminando a ridosso delle scogliere e delle baie impervie, dove le pareti scoscese creano delle suggestive panoramiche sul mare.
Oltrepassata la città di Otranto, si raggiunge la baia di Orte dove un ampio tratto di dolci pendii scendono a mare tra scogli e rocce di vario colore. Risalendo la dorsale si raggiunge la cava di Bauxite e infine il faro; la serata si concluderà al campeggio “La grotta dei Cervi”.
Si riparte il mattino dopo alla volta di Santa Cesarea Terme, tappa panoramica che si snoda tra le alture che dominano le ampie baie e gli scorci di mare, il percorso proseguirà nella campagna e nei tratti boscati alternati ad ampie praterie incolte
Il 27 Aprile Vignacastrisi rappresenta la tappa successiva, una tappa molto rilassante dove l’aspetto del paesaggio cambia radicalmente rispetto alle tappe marine; il percorso si snoda nelle campagne dove forte è l’impronta contadina ricca di testimonianze.
Il giorno successivo si raggiungerà Tricase attraversando un panorama agreste che si arricchisce della presenza di numerose specie di alberi ad alto fusto e della Quercia Vallonea; la tappa si conclude all’agriturismo gli Ulivi in un contesto di pace e tranquillità.
Da qui, il 29 aprile si ragguingerà Santa Maria di Leuca, distante 15 Km, ultima tappa del trekking che raggiunge il faro di Santa Maria di Leuca, dove i due mari si uniscono.

Per info:
“Compagnia dei Cammini”
Somalento Aprile 2012
tel. 0439 026029
Quota: 310 euro
Comprende guida e organizzazione

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *