Stone Vision, mostra a Maglie

dal 22-4-2015 al 5-5-2015 #stonevision #mostrasalento

C’è un legame profondo che unisce il Salento col mondo, attraverso la testimonianza delle pietre, esseri inanimati che hanno reso il Salento una delle zone fondatrici, in senso profondo, di tutta la cultura della Puglia.

pietre salento

Dopo innumerevoli tappe in tutto il Salento, dal 22 aprile al 5 maggio 2015 la mostra “Stone Visions” approda all’ex opificio Piccinno di Maglie., proprio a testimoniare l’importanza della pietra.

Si tratta dell’esposizione dei lavori di Daniele Coricchiati con la sua “Petra” e i “Paesaggi e luoghi del lavoro” di Antonio Monte, la design collection “RiGenia” di Fabio Starace accanto alle memorie visive del progetto VIS – Valorization of the Common Identity around the stone” finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Interreg Italia-Grecia.

E’ una mostra perfetta nper chiunque desideri riscoprire percorsi di storia e di identità comuni, in un momento storico in cui il mercato trasforma il nostro patrimonio artistico in uno strumento di lucro e la sua tutela viene messa a rischio. E non solo: la conoscenza viene spesso umiliata e ignorata. Così, il diritto a godere dell’arte e della storia, fosse anche quello scritto in una pietra, anziché un bene comune diventa un bene di mercato, trasformando i nostri centri storici in un grande luna park.

Il progetto VIS ha avuto proprio questa finalità: raccontare attraverso l’ausilio potente dell’immagine, gli scenari di pietra all’interno dei quali è racchiusa la storia delle popolazioni di questi territori. Una pietra che è stata modellata dalla mano dell’uomo ma sempre regalando ai paesaggi degli aspetti particolari.

Cultura, storia, artigianato, turismo, si sedimentano intorno alla pietra mediterranea e hanno contribuito allo sviluppo di questi territori. Il grande Sud della Puglia, è una terra straordinaria, un immenso incrocio di popolazioni e di civiltà, in cui la ricerca perenne di terre fertili e di nuovi pascoli, la fuga dalle incursioni dei razziatori e le antiche migrazioni hanno provocato il singolare mosaico dei popoli che usavano le pietre del Salento.
Il progetto VIS che vede come partner di progetto i Comuni di Maglie, Caprarica di Lecce, Gagliano del Capo e Miggiano in Italia e la Regione delle Isole Ioniche e il Comune di Cefalonia in Grecia, ha voluto fare un focus su questa risorsa di inestimabile valore.

Per info:
Ex opificio Piccinno
Via Vittorio Emanuele
Maglie, Lecce

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *