Sulla scia di Holmes

Dal 17 febbraio 2012 al 6 marzo a Barletta, tra i vari progetti artistici che la Puglia ha organizzato per il 2012, “Sulla scia di Holmes” merita particolare attenzione: è un progetto d’arte che prende nome dal corpo celeste della cometa di Holmes, meraviglioso astro visibile nei nostri cieli  a occhio nudo.

Il progetto artistico si inaugurerà il 17 Febbraio alle 20.30, e non vuole assemblare l’arte all’astronomia ma vuole porsi come punto di partenza per aumentare l’attenzione verso l’astrattismo, un genere di arte sempre troppo poco compreso. L’arte astratta è imitazione e riflesso di qualcosa che è dentro l’essere umano, mediazione tra l’uomo finito e mortale e lo spirito infinito e immortale.
Gli astrattisti dipingono con gioia e amano in particolare dipingere ciò che sentono dentro sé stessi, sensazioni, emozioni, pensieri. Si interessano alla vita dell’ inconscio che cercano di esprimere creando una dimensione onirica e fantastica, completamente libera da freddi vincoli razionali ma interamente sulle ali dell’immaginazione e dello spirito, esprimendomi al limite del surreale, in un mondo ricco di armonico movimento coloristico e luminoso.

Verranno rappresentate opere di Benedetto Annaloro, Stefano Fanara, Emma Porcella, Francesco Rosselli, Elisabetta Zanatta dove il colore acceso e squillante, linee e macchie cercano di “mettere in vibrazione” l’animo dello spettatore per comunicare contrastanti impressioni psicologiche.
L’ Astrattismo, il rifiuto totale di qualsiasi imitazione o riferimento alla realtà, si concretizza seguendo l’impulso interiore fantastico, con Benedetto Annaloro e lo Stefano Fanara. Per Emma Porcella invece è assurdo ispirarsi alla natura poiché linee e colori esprimono direttamente la sensibilità dell’artista e suscitano reazioni psicologiche nell’osservatore. Per Rosselli un’opera è Arte Astratta quando l’artista sostituisce con segni e simboli, il dato reale: ci si troverà perciò davanti a veri capolavori d’arte.

Incomprensibile per gli astronomi è il comportamento della Cometa di Holmes, e analogamente risulta incomprensibile questa esposizione di opere, che pone attenzione all’astrazione: comunemente reputata ‘arte incomprensibile’, sia quando è espressa con la gestualità che quando è espressa con quadri e pitture.

Per arrivare all’astrattismo, occorre svincolarsi dalla rappresentazione del mondo reale, per un’arte che sia autentica espressione di una realtà interiore.
La creazione artistica registra spesso ogni palpito interiore o vibrazione psicologica, e a Barletta si vedranno capolavori ottenuti manipolando spesso elementi di tutti i generi: colori ad olio, acrilico, tecniche miste, tele di sacco, cartone, fiori, cioè materiali eterogenei.

Sulla scia di Holmes
Centro culturale ZeroUno
Via Cialdini 8, Barletta.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *