Teatramu: il teatro popolare salentino

Dalla metà di luglio, a Maglie (Le) si svolge Teatramu, un festival interamente dedicato al teatro popolare salentino, le cui rappresentazioni termineranno il 24 settembre 2011. Si tratta della prima edizione nel panorama culturale salentino, ma visto il successo sicuramente l’evento è destinato a ripetersi nel corso degli anni, ideata da A.N.T.E.A.S. Servizi della CISL di Maglie, in collaborazione con la Pro-Loco Maglie.
Teatramu punta a riscoprire e valorizzare le tradizioni della realtà salentina. Numerose le compagnie teatrali partecipanti nate qua e là nel territorio salentino in virtù delle numerose personali esperienze, sia comuni che individuali, di giovani e meno giovani in campo teatrale:  il Piccolo Teatro scorranese, la Nuova Generazione, il Piccolo Teatro Corgianese, l’Antoniano di Ruffano, i Pantha Tha Paddhicaria da Calimera, la Bussola da Muro Leccese. Si tratta di compagnie teatrali amatoriali che interpretano commedie in dialetto salentino spesso nate con lo scopo di far socializzare tra loro i giovani del posto e non solo. Infatti spesso si avvicinano moltissime persone che in totale gratuità contribuiscono alla solidità dei vari gruppi, destinando gli incassi  alla manutenzione del locale, alla Parrocchia, a varie opere di beneficenza ed a numerose attività sociali.

Il dialetto salentino è un codice linguistico che spesso viene considerato spesso più una “parlata”  che un dialetto: infatti è attraverso gli antichi detti dialettali, e attraverso gli intercalari dialettali  che spesso viene considerata l’esperienza.Vedere un pezzo teatrale in dialetto salentino, non sarà forse come andare nei più prestigiosi teatri cittadini, però il divertimento e la spensieratezza saranno garantiti:forse non sarà cultura con la C maiuscola, ma il dialetto è un pezzo di storia che ci si porta dietro e che sarebbe inutile nonchè assurdo dimenticare.

La rassegna è itinerante: le  serate in programma saranno proposte in diverse zone della città per fornire a tutti la possibilità di partecipazione. Teatramu nasce proprio dall’esigenza di creare un diversivo per gli anziani, da cui il teatro rappresentato in quel dialetto che rappresenta le radici e le certezze; infatti per facilitare la partecipazione a soggetti anziani con difficoltà di deambulazione e a soggetti disabili, è stato attivato il Servizio Pulmino del Comune di Maglieprenotabile  al numero 0836.48.38.24.

A luglio e agosto gli appuntamenti sono stati molteplici: in Piazza Madonna delle Grazie “Poveri a Niu” di Sergio Contaldo, in Piazza San Giovanni Morigino “Me vanza na socra”  di Alexandre Bisson e Anthony Mars, in Via Einaudi “Lu Puparu” di Vincenzo Abati.

Il 9 settembre con inizio alle ore 20:00 nel Rione Pini si terrà la manifestazione “L’Ultimu Scugnizzu” di Raffaele Viviani, mentre il 16 settembre in Piazza Bachelet ci sarà “Tira chiui lu pilu ca lu nzartu” di Raffaele Del Savio. Infine il 24 settembre presso l’Auditorium “Cezzi” si terrà la serata finale di premiazione, dove la giuria valutatrice composta da vari rappresentanti di istituzioni, enti, associazioni, mondo artistico e terza età, premierà il gruppo teatrale che meglio ha rappresentato lo spirito della manifestazione.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *