Teatro a Bitonto, Otello

Teatro a Bitonto, Otello, 23-1-2013, Bitonto

Bitonto da sempre è considerata una città poliedrica e votata alla cultura in tutte le sue accezioni, dall’arte alla musica, fino ad arrivare al teatro. La stagione culturale del 2013 si apre con una rappresentazione teatrale che fa conoscere un nuovo tipo di letteratura, che fa capire come in fondo la vita reale sia diversa dalle favole che vengono raccontate: l’Otello di Shakespeare.
Grazie a quest’opera molti sono coloro che si innamorano del genere tragico del teatro, uno dei generi che si avvicina di più alla realtà, in quanto non c’è un lieto fine. Si scopre inoltre il vero Shakespeare, un autore su cui spesso si hanno molti dubbi.
Otello è un’opera magnifica e al teatro Traetta di Bitonto coinvolgerà gli spettatori con impetuosi sentimenti.

Grazie alle eccellenti rappresentazioni di attori del calibro di Massimo Dapporto, Maurizio Donadoni, Angelica Leo, Federica Fabiani, Gabriele Tesauri e Matteo Alì, sul palcoscenico di Bitonto prenderà vita questa tragedia notissima, con un Otello esempio perfetto di narcisista e di super-uomo, in cui da ogni gesto traspare la sicurezza in se stesso per trovare un posto di spicco in una Venezia troppo signorile e pomposa.
Il colore della sua pelle non gli permette sbagli, quindi per il proprio quieto vivere ha dovuto conciliare la sua innata dote di grande guerriero con quella di riuscire ad affinarsi a “borghese” perfetto senza, però far dimenticare le sue origini, cosa che gli spettatori avvertiranno in ogni istante della rappresentazione teatrale.
Sul palcoscenico ovviamente si vedrà anche il lato romantico di Otello che verrà annientato al solo pensiero del tradimento dell’amata.
Anche Desdemona in questa rappresentazione è ben rappresentata: la devota moglie cristiana, innamorata alla follia del Moro e incapace di tradirlo; il suo amore trasparirà nella maniera più grande nel gesto di lasciarsi uccidere da Otello.
Iago rappresenterà il malvagio per eccellenza, infido nelle sue azioni perchè per raggiungere i suoi scopi cerca sempre mezzi vili che gli permetteranno di rovinare la vita degli altri.
Cassio invece sarà un personaggio teatralmente di poco spessore, e che interpreterà l’uomo senza macchia, puro nei principi e che occasionalmente, in quanto uomo, può sbagliare.

Al Teatro Traetta, Otello è uno spettacolo attesissimo, in quanto questa opera di Shakespeare fin dal suo esordio ha diviso la critica: o ne si rimane estasiati o non lo si riesce ad apprezzare.
Poche altre opere possono far provare un tale caos di sentimenti: infatti il dramma si basa su emozioni molto forti e di delicata trattazione, come il problema razziale e i vari sentimenti quali amore, gelosia, odio e passione. Sul palcoscenico non ci sarà spazio per il destino, ma un ruolo predominante verrà dato alle decisioni dei singoli, decisioni in gran parte condizionate da sottili inganni.
Al teatro, si potrà ammirare uno Shakespeare che non fa trovare vincitori: Desdemona morirà, come è noto; Otello perderà il suo onore e concluderà la sua vita col rimorso di aver ucciso l’adorata moglie; Cassio perderà la sua guida (il Moro) nonostante la nomina a governatore di Cipro.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *